NEWS

Privacy Nutrition Labels vs Privacy Dynamic Targeting: un nuovo paper su informazioni all'interessato ed esercizio dei diritti

Privacy Nutrition Labels vs Privacy Dynamic Targeting: un nuovo paper su informazioni all'interessato ed esercizio dei diritti

Mentre il modello statico ex ante, come quello ideato da Apple con le Privacy Nutrition Labels, resta ancorato a dinamiche tradizionali di somministrazione delle informazioni (sebbene tradotte in forma creativa e innovativa) e rischia di comportare anche effetti collaterali sulla libera iniziativa economica e sulla libertà di espressione degli sviluppatori, l’approccio dinamico ex post che contraddistingue le politiche di altri operatori sembra rappresentare più nitidamente il futuro della privacy. Una nuova proposta arriva dall'Istituto Italiano per la Privacy.

Quando 'pettegolare' online costituisce illecito o reato

Quando 'pettegolare' online costituisce illecito o reato

A tutti capita sovente di inoltrare qualche messaggio di testo, audio o video ricevuto tramite WhatsApp o altri social. C’è forse da preoccuparsi temendo di compiere un illecito o, addirittura, un reato? Sino a pochi anni fa, si temeva che una cosa riferita da una persona venisse poi divulgata ad altri da parte del pettegolo o della pettegola di turno. Oggi forse non è più così, perché quello che temiamo maggiormente è che un giudizio, una battuta, un messaggio audio o video o chissà cos’altro che abbiamo postato online venga poi “inoltrata” ad altri, magari divenendo di dominio pubblico.

Alta Formazione DPO a giugno, il corso organizzato da Inveo con il patrocinio del Garante privacy. Due borse di studio alla memoria di Giovanni Buttarelli

Alta Formazione DPO a giugno, il corso organizzato da Inveo con il patrocinio del Garante privacy. Due borse di studio alla memoria di Giovanni Buttarelli

A giugno torna Alta Formazione DPO, il corso di formazione specialistico dedicato ai DPO, patrocinato dal Garante della Protezione dei dati personali e organizzato dall’organismo di certificazione e GDPR training center Inveo. Giunto alla quinta edizione il corso extra accademico, è stato studiato e progettato per fornire ai DPO conoscenze avanzate in tema di normazione e standard ISO al fine di consolidare le loro capacità di analisi e vigilanza.

Axa annuncia l'esclusione dei danni causati dai ransomware dalle proprie coperture assicurative e poco dopo subisce un attacco hacker

Axa annuncia l'esclusione dei danni causati dai ransomware dalle proprie coperture assicurative e poco dopo subisce un attacco hacker

Il ramo AXA dislocato in oriente (Thailandia, Malaysia, Hong Kong e Filippine) è stato colpito da un nuovo, ennesimo, attacco ransomware di grave impatto tanto economico quanto organizzativo. 3TB di dati sarebbero andati perduti sotto i colpi del team Avaddon e, come se non bastasse, l'azienda sarebbe anche oggetto di un massiccio attacco DDoS a livello globale. Ma c'è qualcosa di particolare a rendere questo attacco peggiore degli altri: il suo significato.

Donna chiede rimborso per spese mediche sulla procreazione assistita, i suoi dati finiscono sul web. Azienda sanitaria condannata al risarcimento

Donna chiede rimborso per spese mediche sulla procreazione assistita, i suoi dati finiscono sul web. Azienda sanitaria condannata al risarcimento

Dopo essersi sottoposta a una prestazione di procreazione medicalmente assistita fuori regione, una signora richiedeva alla Direzione del Distretto Sanitario Cosenza/Savuto il rimborso delle spese sostenute. Accordato il rimborso, nello stesso giorno la struttura pubblicava integralmente la delibera autorizzativa sull’Albo Pretorio, rendendo così pubblici dati di natura particolare della paziente relativi alle patologie della stessa e ai trattamenti eseguiti. I coniugi adivano il Tribunale dolendosi di avere subito danni morali, alla vita di coppia e di relazione, al nome, all’immagine e all’onore.

Cyber attacchi nel I° trimestre 2020 +612% rispetto allo scorso anno, ma in flessione quelli riusciti

Cyber attacchi nel I° trimestre 2020 +612% rispetto allo scorso anno, ma in flessione quelli riusciti

Da gennaio a marzo in Italia si sono registrati 349 eventi tra cyber-attacchi, incidenti e violazioni della privacy, con una crescita del 47% sul trimestre precedente e ben sette volte di più rispetto ai primi tre mesi del 2020. Continua a crescere, quindi, il trend degli attacchi informatici, come confermato dal primo Exprivia Threat Intelligence Report del 2021 elaborato dall'Osservatorio cybersecurity di Exprivia.

Umberto Rapetto: più tutelati con Gdpr ma non bisogna abbassare la guardia

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'Informativa Privacy