NEWS

Data Breach: dati personali di mezzo milione di proprietari di auto in vendita nel Dark Web

Data Breach: dati personali di mezzo milione di proprietari di auto in vendita nel Dark Web

I dati personali di centinaia di migliaia di proprietari di autoveicoli nel Regno Unito di marca Bmw, Mercedes, Honda, Hyundai e Seat, sono stati trafugati da un gruppo di hacker e messi in vendita nel Dark Web. La massiccia violazione dei dati personali degli automobilisti inglesi è stata scoperta dalla società di intelligence israeliana Kela, la quale ha osservato che su mezzo milione di intestatari di auto su cui hanno messo mano i cybercriminali, ben 384.319 erano proprietari di Bmw, mentre il resto erano possessori di Honda, Hyundai, Mercedes e automobili Seat.

L'Isola di Man non fa parte dell'Ue ma si è allineata al Gdpr: comminata la prima sanzione

L'Isola di Man non fa parte dell'Ue ma si è allineata al Gdpr: comminata la prima sanzione

L'Isola di Man è un piccolo ma ricco territorio con poco più di 80mila abitanti situato nell’Europa settentrionale tra l'Irlanda e la Gran Bretagna, ma pur essendo una dipendenza della Corona Britannica non fa parte né del Regno Unito, né dell'Unione europea. Tuttavia nel 2018 il governo di quest'isola ha implementato il Gdpr con un proprio atto normativo interno, con il quale riconosce formalmente le leggi dell'UE in materia di protezione dei dati. E ultimamente le applica pure, dato che il suo Information Commissioner's Office ha appena inflitto la sua prima sanzione.

Data breach, aumento del 66% nei paesi europei

Data breach, aumento del 66% nei paesi europei

Nell’ultimo anno le notifiche di violazioni dei dati personali richieste dal Gdpr sono aumentate del 66% nei principali paesi dello Spazio Economico Europeo. Ad evidenziarlo, è un’analisi di Linklaters.

Raccolte fondi, multata associazione che inviava messaggi di marketing a degli ex donatori

Raccolte fondi, multata associazione che inviava messaggi di marketing a degli ex donatori

L'Autorità belga per la protezione dei dati ha multato un'associazione che, sostenendo di avere un legittimo interesse, aveva inviato messaggi di marketing diretto a degli ex donatori che anni prima avevano contribuito a delle raccolte fondi, i quali nel frattempo avevano però esercitato il loro diritto di opposizione al trattamento ai sensi dell’21 del Gdpr, richiedendo al titolare la cancellazione dei loro dati personali ai sensi dell’art.17 del Gdpr.

Camera e Senato convocate il 14 luglio per la nomina del nuovo collegio del Garante Privacy

Camera e Senato convocate il 14 luglio per la nomina del nuovo collegio del Garante Privacy

Martedì 14 luglio 2020 Camera e Senato sono convocate per l’elezione dei nuovi componenti, due per ciascuno, dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni e del Garante per la protezione dei dati personali. È quanto è emerso al termine della conferenza dei capigruppo di Palazzo Madama. I due rami del Parlamento procederanno alla nomina separatamente, ma si esprimeranno in parallelo nell’arco della stessa giornata.

Ue, rischio multe per chi non si adegua a regolamento protezione dati

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
captcha 
Privacy e Termini di Utilizzo