NEWS

Federprivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: urp@federprivacy.org 

Da quanto le disposizioni governative hanno vietato di organizzare eventi e riunioni nelle aule fisiche, TÜV Italia ha reso possibile sostenere l'esame di certificazione di Privacy Officer e Consulente della Privacy svolgendolo interamente da remoto. In tale modalità, i cui dettagli sono descritti al punto 6.4 dello Schema CDP/TÜV, l’ente di certificazione consente di sostenere l’esame a distanza, richiedendo che il candidato disponga di un pc o altro dispositivo elettronico con collegamento a internet e videocamera. Prima della pausa estiva, sono tre le finestre disponibili in cui è possibile chiedere di sostenere l’esame per ottenere la certificazione: venerdì 14 Maggio 2021, venerdì 4 Giugno 2021, e giovedì 22 Luglio 2021

Rifinanziato il fondo permanente “Formazione e Aggiornamento Professionale Esperti Privacy”, grazie al quale già lo scorso anno gli iscritti a Federprivacy hanno potuto beneficiare di contributi per un valore complessivo di 50mila euro. Con i nuovi stanziamenti, sono adesso disponibili 300 nuovi voucher fruibili entro il 31 dicembre 2021 e validi per tutti gli eventi formativi in agenda per un ammontare di 30.600 euro.

Il Garante per la protezione dei dati personali nell'ambito delle schede "divulgative" dedicate al diritto di accesso recentemente diffuse, si occupa anche del diritto di accesso ai dati riguardanti le persone decedute.

Il Ministro dell’Università e della Ricerca Maria Cristina Messa ha nominato Maria Chiara Carrozza, presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), che sarà in carica per i prossimi quattro anni. Laurea in Fisica all’Università degli studi di Pisa, dottorato in ingegneria alla Scuola Superiore Sant’Anna, Maria Chiara Carrozza, 56 anni, è professore ordinario di Bioingegneria Industriale. Il Consiglio Direttivo di Federprivacy porge le proprie congratulazioni alla Prof.ssa Carrozza.

Organizzato da Federprivacy per venerdì 14 maggio 2021 un seminario online dal titolo "Privacy e Dlgs 231/2001: Sistemi organizzativi basati sull’analisi di rischio". Oltre a vari relatori esperti della materia, interverranno il Dott. Agostino Ghiglia, componente del Garante per la protezione dei dati personali, e il Dott. Luigi Carrozzi, funzionario dell’Autorità.

Più privacy per i detenuti. A seguito di diverse segnalazioni relative a episodi nei quali le video-telefonate e i colloqui via Skype delle persone detenute si sarebbero svolti in assenza delle necessarie condizioni minime di riservatezza e, in particolare, in violazione del divieto di controllo auditivo da parte del personale di custodia, con un comunicato stampa congiunto il Garante per la protezione dei dati personali e il Garante nazionale per i diritti delle persone private della libertà personale hanno richiamato gli istituti penitenziari al rispetto delle garanzie per la tutela della riservatezza.

È LinkedIn l’ultimo bersaglio colpito dai pirati informatici, che sono riusciti ad appropriarsi di un enorme archivio di dati personali di circa 500 milioni di utenti del social network professionale per eccellenza, i quali sono stati loro malgrado trattati come merce svenduta a prezzi di saldo su un popolare forum di hacking.

Per favorire l’inserimento dei giovani professionisti nel mondo del lavoro nei settori della protezione dei dati, Federprivacy ha stanziato 10 borse di studio da 500 euro ciascuna valide per la partecipazione al Master Privacy Officer e Consulente della Privacy. Nell’assegnazione delle agevolazioni finanziarie saranno favoriti gli under 35 iscritti come soci membri dell’Associazione che saranno ritenuti particolarmente meritevoli in ragione del proprio curriculum.

Il Garante per la protezione dei dati personali ha avviato un’istruttoria nei confronti di Linkedin a seguito della violazione dei sistemi del social network che ha determinato la diffusione di dati deglI utenti, compresi ID, nominativi completi, indirizzi email, numeri di telefono, collegamenti ad altri profili LinkedIn e a quelli di altri social media, titoli professionali e le altre informazioni lavorative inserite nei propri profili dagli utenti.

E’ tornato online il Registro Elettronico utilizzato da molte scuole italiane a seguito del ransomware che aveva colpito Axios Italia nel week end di Pasqua. A darne la notizia è la stessa società sul proprio sito web con un annuncio pubblicato la sera del 10 aprile. Nei giorni scorsi Axios aveva reso noto di esservi rivolta agli esperti informatici di Swascan e di Momit per risolvere i guai causati dal pericoloso virus progettato per criptare tutti i dati, bloccarli, e poi chiedere un riscatto per restituirne la disponibilità ai legittimi titolari.

Prev1234...678910Next
Pagina 4 di 148

Il presidente di Federprivacy a Report Rai 3

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'Informativa Privacy