NEWS

Covid-19, privacy soft fino a luglio con semplificazioni su scambio dati, informative e autorizzazioni

Continua la privacy in versione light causa Covid. L'articolo 19 del decreto legge 183/2020 (Milleproroghe) rinvia al 31 luglio 2021 il termine che legittima lo scambio dei dati tra autorità pubbliche (sanità, protezione civile, enti locali ecc.) ed enti attuatori (anche privati), semplifica l'informativa e le autorizzazioni a trattare i dati. La disposizione originaria, di cui è stato disposto il differimento dell'efficacia, è l'articolo 17-bis, commi 1 e 6, del decreto-legge 18/2020. In sintesi, questa disposizione, che è ormai alla terza proroga, prevede la possibilità, di effettuare trattamenti dei dati personali, inclusa la comunicazione delle informazioni necessarie all'espletamento delle funzioni loro

Note Autore

Federprivacy Federprivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: urp@federprivacy.org 

Prev Niente danni se non si prova la gravità delle conseguenze provocate dalla diffusione di dati personali
Next Chi posta commenti offensivi sui social rischia la diffamazione aggravata

Adnkronos, più tutele per i dati con il nuovo Regolamento UE

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'Informativa Privacy