NEWS

Mutui, la banca è corresponsabile per l’identità del cliente

Oltre al notaio, anche la banca è tenuta a verificare l'esatta identità del proprio cliente che stipula il mutuo. E non può invocare l'omesso o superficiale accertamento da parte del notaio come esimente o attenuante della propria responsabilità. Lo ha affermato la Terza sezione civile della Cassazione, con l’ordinanza 27599/2019, depositata il 29 ottobre. La pronuncia riguarda una fattispecie per la quale - in affianco alla dichiarata nullità di una procura notarile e di un collegato atto di compravendita, seguito dalla stipula di un mutuo fondiario, a favore di persona rivelatasi poi soggetto inesistente (nullità peraltro dichiarata per

Note Autore

Federprivacy Federprivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: urp@federprivacy.org 

Prev Big data, focus sulle linee guida diffuse da Garante per la protezione dati, Agcm e Agcom
Next Licenziamento nullo per il dipendente che insulta il capo su una chat privata tra colleghi

Ue, rischio multe per chi non si adegua a regolamento protezione dati

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
captcha 
Privacy e Termini di Utilizzo