NEWS

Legittima la videosorveglianza senza il permesso di chi ha la servitù di passaggio se si dimostra necessaria e proporzionata

L’installazione di una videocamera posta sulla strada privata che dà accesso alla propria abitazione costituisce comunque un trattamento di dati personali se quella strada costituisce una servitù di passaggio per giungere alla proprietà di un terzo. Ma le riprese non violano il diritto alla privacy del terzo se non sono destinate a essere conservate o diffuse ad altri.

Privacy, sì a videosorveglianza privata se si dimostra necessaria e proporzionata

Fonte: Il Sole 24 Ore - di Paola Rossi

Note Autore

FederPrivacy FederPrivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: [email protected] 

Prev Il prontuario Privacy con 100 formule difensive per le contestazioni di violazioni del GDPR
Next L'Authority per la privacy ha facoltà di ordinare la cancellazione di dati anche senza richiesta dell’interessato

Privacy Day Forum 2024: il servizio di Ansa

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'Informativa Privacy