NEWS

Il rischio di abusi su dati personali può costituire danno immateriale

Secondo la Corte di giustizia dell’Unione europea l’esposizione di dati personali al rischio di utilizzo abusivo può costituire in sé un danno immateriale. Con la sentenza sulla causa C-340/21 i giudici Ue hanno affermato che tale danno potenziale emerge quando i dati personali in possesso di una banca dati pubblica non sono adeguatamente protetti da adeguati strumenti di sicurezza mettendo a rischio la tutela degli stessi da un loro uso illecito da parte della criminalità informatica.

Secondo la Corte di giustizia dell’Unione europea l’esposizione di dati personali al rischio di utilizzo abusivo può costituire in sé un danno immateriale.

Fonte: Il Sole 24 Ore - di Paola Rossi

Note Autore

FederPrivacy FederPrivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: [email protected] 

Prev Utilizzare su Facebook espressioni apparentemente offensive nei confronti di un politico non per forza costituisce reato di diffamazione
Next Prontuario privacy per i Dpo: adempimenti e compiti per imprese, professionisti e p.a.

Privacy Day Forum 2023: il trailer della giornata

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'Informativa Privacy