NEWS

Facebook, violazioni su trattamento dati non solo all’autorità capofila

Spazio anche alle Authority nazionali per contrastare l’invadenza dei social network nella gestione dei dati. Le conclusioni dell’avvocato generale della corte Ue nella causa C-645/19 vanno in questa direzione escludendo che possa essere la sola Autorità capofila per la protezione dei dati (quella del paese di stabilimento della società) a potere intervenire. Nella controversia in discussione, l’autorità per la protezione dei dati del Belgio ha chiesto di imporre a Facebook di cessare, per tutti gli utenti stabiliti in Belgio, di collocare, senza il loro consenso, determinati cookie sul dispositivo utilizzato quando navigano su una pagina Internet nel dominio Facebook.com

Note Autore

Federprivacy Federprivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: urp@federprivacy.org 

Prev Marketing, il termine di conservazione dei dati può essere deciso dalle aziende, ma serve il consenso dell'interessato
Next Crif, trattamento illecito se i dati utilizzati eccedono le finalità previste dalla legge

Canale 50, Federprivacy al CNR con il Prof.Alessandro Acquisti

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'Informativa Privacy