NEWS

Ungheria: rientrano nel diritto d'accesso previsto dal GDPR anche le versioni non definitive dei documenti che riguardano l'interessato

Ungheria: rientrano nel diritto d'accesso previsto dal GDPR anche le versioni non definitive dei documenti che riguardano l'interessato

Tutte le versioni intermedie di un atto sono conoscibili con una richiesta di accesso ai sensi del Gdpr (regolamento Ue sulla protezione dei dati n. 2016/679). Sempreché di queste versioni non definitive sia conservata una copia. Se manca o non è rintracciabile la versione preliminare, al contrario, non viola la privacy la scuola che non dà accesso a un documento di cui non è in possesso.

Belgio: patteggiamento per le violazioni privacy

Belgio: patteggiamento per le violazioni privacy

Patteggiamento per le violazioni privacy. Alcune società belghe (settore media) hanno raggiunto un accordo con il locale Garante della privacy e, senza riconoscimento della loro responsabilità, hanno accettato di pagare 10 mila euro per alcune violazioni della privacy. Il provvedimento (decisione n. 151/2022 del 21/10/2022) rappresenta il primo caso, di cui si ha notizia, di accordi di questo tipo. L'episodio mette sotto i riflettori il sistema sanzionatorio del regolamento Ue sulla privacy 2016/679.

Regno Unito: dal garante inglese una guida operativa per i sistemi di videosorveglianza

Regno Unito: dal garante inglese una guida operativa per i sistemi di videosorveglianza

Il Garante inglese (ICO – Information Commissioner’s Office) a Ottobre 2022 ha rilasciato una guida operativa per i diversi sistemi video che effettuano trattamenti di rilevazione o registrazione immagini, come ad esempio le telecamere per la lettura targhe, le body cam, i droni o sistemi di riconoscimento facciale.

Irlanda: Facebook, maxi sanzione da 265 milioni di euro per violazione del GDPR

Irlanda: Facebook, maxi sanzione da 265 milioni di euro per violazione del GDPR

A conclusione di un’inchiesta nei confronti di Meta, in data 28 novembre 2022 l’autorità per la protezione dei dati irlandese (Data Protection Commission) ha annunciato di aver inflitto una maxi sanzione di 265 milioni di euro alla società proprietaria di Facebook, Instagram e WhatsApp.

A San Marino c'è un giudice che fa tremare Facebook sulla privacy

A San Marino c'è un giudice che fa tremare Facebook sulla privacy

Scontro tra Titani a San Marino. “Who’s this Italian? Non possiamo bannarla e basta?” Questa è la domanda che Mark Zuckerberg, il magnate del web, per allentare la tensione pare abbia rivolto al suo agguerrito pool di avvocati sul giudice che dovrà pronunciarsi sul futuro del suo impero social. Trattasi di Valeria Pierfelici, magistrato dalla lunga esperienza, 61 anni, attualmente in servizio al Tribunale della Repubblica di San Marino nonché docente di diritto civile e diritto commerciale, con specializzazione anche a Strasburgo.

Il Regno Unito è pronto a dire addio al Gdpr per sostituirlo con una propria regolamentazione nazionale

Il Regno Unito è pronto a dire addio al Gdpr per sostituirlo con una propria regolamentazione nazionale

Il Regno Unito è pronto a uno “strappo” con l’Europa sulla protezione dei dati personali: il nuovo governo di Liz Truss sta infatti spingendo su una riforma per sostituire il Gdpr con una regolamentazione nazionale. Parlando alla conferenza annuale del Partito Conservatore, Michelle Donelan, nominata dalla Truss nel ruolo di Secretary of State for Digital, culture, media and sport, ha annunciato che il governo “sostituirà il Gdpr con un proprio sistema britannico per la protezione dei dati che meglio tutelerà gli interessi di imprese e consumatori”.

Privacy Day Forum 2024, il trailer della giornata

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'Informativa Privacy