NEWS

Ripresa mentre beve l'aperitivo con l'amante finisce nel video di un cantante famoso: la casa discografica paga i danni

La casa discografica paga i danni per violazione della privacy alla signora ripresa in un video di cantante famoso mentre sta mano nella mano, in una romantica serata napoletana, con un uomo che non è suo marito. Una relazione extraconiugale diventa così di dominio pubblico, in una zona nella quale il dvd venduto anche in abbinata con la rivista Sorrisi e Canzoni Tv, era andato a ruba. Nella stessa provincia in cui abitava la signora e dove le persone sono curiose.

Donna mentre sta mano nella mano, in una romantica serata napoletana, con un signore che non è suo marito finisce nel video di Gigi D'Alessio

 I giudici della Cassazione scrivono: «laddove la semplice notizia della relazione extraconiugale di una donna, ed ancor più dell’esistenza di tracce materiali visibili di tale relazione, suscitano ampia curiosità».

Come riporta Il Sole 24 Ore del 26 novembre 2021, la Cassazione con la sentenza 36754/2021 presume un danno al diritto alla riservatezza e alla reputazione oltre che morale.

L’angoscia era dovuta al fatto che, sulle note della canzone “Oi nenna nè”, collegata al videoclip, era stato svelato il love affair segreto. Ma per la casa discografica i danni non erano dovuti: il consenso doveva considerarsi tacito, come avviene per le registrazioni di eventi in pubblico. La signora si era poi accorta di essere stata inquadrata, perché aveva guardato la telecamera.

Per i giudici un’occhiata fugace, dalla quale non si può desumere consenso: solo curiosità per la telecamera. Valorizzata anche l’assenza di un set utile a individuare il campo delle riprese e la finalità del video.

La nota casa discografica paga quindi anche in funzione del peso che la prova “rubata” può avere nella separazione. Oltre a quanto la signora, non nota, avrebbe chiesto presumibilmente, per cedere l’immagine.

Note Autore

Federprivacy Federprivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: urp@federprivacy.org 

Prev Attacco Ransomware a MediaWorld: sistemi bloccati e richiesta di riscatto da 50 milioni di euro

Webinar 'Privacy e gestione del personale'

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'Informativa Privacy