NEWS

Dal diritto di difesa al no profit: quando per trattare i dati non serve il consenso dell'interessato

Scambio dati infragruppo, esercizio dei diritti di difesa, dati tratti da pubblici registri e dati delle attività economiche e trattamenti interni al no profit: sono alcuni casi in cui un'impresa può trattare i dati senza consenso. Possiamo enumerarli rispolverando l'abrogato art. 24 dlgs 196/2003 (codice della privacy), che disciplinava le ipotesi di trattamenti esonerati dall'obbligo di acquisire il consenso. Vediamo i casi in cui l'impresa può procedere al trattamento previa redazione di una “Lia”, il documento di bilanciamento del pubblico interesse.

Dal diritto di difesa al no profit: non serve il via libera

Registri pubblici. Un caso di legittimo interesse ricorre per i trattamenti riguardanti dati provenienti da pubblici registri, elenchi, atti o documenti conoscibili da chiunque, purché siano rispettati limiti e modalità sulla conoscibilità e pubblicità dei dati, stabiliti da leggi e regolamenti.

Attività economiche. Il legittimo interesse può essere utilizzato per i dati relativi allo svolgimento di attività economiche, purché trattati nel rispetto della normativa in materia di segreto aziendale e industriale.

Diritto di difesa. La necessità ai fini dello svolgimento delle investigazioni difensive (legge 397/2000) o per far valere o difendere un diritto in sede giudiziaria sono casi di legittimo interesse. Questo sempre che i dati siano trattati solo per tali finalità e per il periodo strettamente necessario al loro perseguimento, nel rispetto della normativa in materia di segreto aziendale e industriale.

No profit. Semaforo verde al legittimo interesse anche per i trattamenti effettuati da associazioni, enti od organismi senza scopo di lucro, anche non riconosciuti, in riferimento a soggetti che hanno con essi contatti regolari o ad aderenti, per il perseguimento di scopi determinati e legittimi individuati dall'atto costitutivo, dallo statuto o dal contratto collettivo. A due condizioni: modalità di utilizzo previste con determinazione resa nota agli interessati all'atto dell'informativa ai sensi dell'articolo 13 Gdpr; esclusione della comunicazione all'esterno e della diffusione.

Gruppi societari. Possono essere inquadrati nel legittimo interesse la comunicazione di dati tra società, enti o associazioni con società controllanti, controllate o collegate ai sensi dell'art. 2359 c.c. ovvero con società sottoposte a comune controllo, nonché tra consorzi, reti di imprese e raggruppamenti e associazioni temporanei di imprese con i soggetti ad essi aderenti, per ordinaria finalità amministrativo contabili, a condizione che le finalità siano previste espressamente con determinazione resa nota agli interessati all'atto dell'informativa prevista dall'art. 13 Gdpr).

Nelle finalità amministrativo-contabili sono compresi i trattamenti connessi allo svolgimento delle attività di natura organizzativa, amministrativa, finanziaria e contabile, a prescindere dalla natura dei dati trattati. In particolare, perseguono tali finalità le attività organizzative interne, quelle funzionali all'adempimento di obblighi contrattuali e precontrattuali, alla gestione del rapporto di lavoro in tutte le sue fasi, alla tenuta della contabilità e all'applicazione delle norme in materia fiscale, sindacale, previdenziale - assistenziale, di salute, igiene e sicurezza sul lavoro.

Fonte: Italia Oggi Sette del 22 agosto 2022 - di Antonio Ciccia Messina

Note Autore

Federprivacy Federprivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: urp@federprivacy.org 

Prev Videosorveglianza nei Comuni come efficace strumento nella lotta alla criminalità: come gestirla nel rispetto della normativa sulla privacy
Next Imprese sotto i raggi X delle pubbliche amministrazioni

Big Data e Internet of Things, gli esperti ne parlano al CNR di Pisa

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'Informativa Privacy