NEWS

Se la ripresa in un video è casuale non viene leso il diritto all’immagine del minore

Non lede il diritto all’immagine di un minore d’età la diffusione di un filmato che riguarda un evento di interesse pubblico se il ragazzo è stato ripreso in modo casuale, senza alcun intento di renderlo riconoscibile o identificabile. Lo ha affermato la Cassazione che – con l’ordinanza 2978 del 1° febbraio 2024 – ha ripercorso i principi che regolano la tutela del diritto all’immagine, che per i minori è rafforzata.


Fonte: Il Sole 24 Ore - di Selene Pascasi

Note Autore

FederPrivacy FederPrivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: [email protected] 

Prev Autovelox, le multe del Codice della Strada per eccesso di velocità devono rispettare la privacy
Next Trasparenza della Pubblica Amministrazione: concorsi e rispetto della privacy per le persone disabili

Privacy Day Forum 2024: intervista a Guido Scorza

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'Informativa Privacy