NEWS

Adozione minori: diritto del familiare all'accesso agli atti

Il TAR del Lazio (sentenza n. 10284 del 9.10.2020) ha riconosciuto il diritto del fratello della minore all'accesso agli atti anche per la verifica del corretto esercizio delle funzioni svolte dal tutore. Alla luce del quadro normativo delineato dalla legge 4 maggio 1983 n. 184 che disciplina l'adozione, il parente entro il quarto grado del minore per il quale pende procedimento di adozione è titolare ai sensi dell'art. 22 della legge n. 241 del 1990 di una posizione giuridica tutelata, qualificata e differenziata, che lo legittima e gli consente di ottenere l'accesso ai documenti amministrativi relativi al minore (nel caso di specie, documentazione sanitaria ed amministrativa) presso il Comune, pubblica amministrazione di appartenenza del tutore nominato dal Tribunale per i

Note Autore

Federprivacy Federprivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: urp@federprivacy.org 

Prev Ok per avvisi al paziente con l'sms, ma il messaggio non può svelare tipo di visita o esito
Next Il controllo 'occulto' del datore di lavoro prescinde dalla modalità di licenziamento scelta

Federprivacy, Gdpr per far decollare economia digitale

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'Informativa Privacy