NEWS

Riprende una persona ubriaca con lo smartphone e posta il video online: la bravata gli costa una multa da 10mila euro

Pugno duro contro i video caricati sui social senza il consenso delle persone riprese. Per 95 secondi di immagini, carpite contro la volontà del soggetto buttato in pasto alla platea virtuale, l'autore della diffusione ha preso 10 mila euro di sanzione. È successo in Spagna, il cui Garante della privacy (Aepd), con la decisione del 28/8/2023 relativa al fascicolo 202204530, procedura PS/00558/2022, ha riscontrato una violazione dell'articolo 6, n. 1, del Gdpr (regolamento Ue sulla privacy n. 2026/679).

Un video postato sui social può costare 10 mila euro di multa

Fonte: Italia Oggi del 12 settembre 2023 - di Antonio Ciccia Messina

Note Autore

Federprivacy Federprivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: urp@federprivacy.org 

Prev WhatsApp, le imprese sottovalutano i rischi informatici
Next Riciclaggio, utilizzabili intercettazioni telefoniche e ambientali provenienti da procedimento non connesso

25 maggio 2023: il Privacy Day Forum al CNR di Pisa nel giorno del 5° anniversario del GDPR

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'Informativa Privacy