NEWS

Per la successione dei beni digitali il testamento è la scelta migliore

Per la successione dei beni digitali il testamento è la scelta migliore. Almeno per il momento, visto che la legge italiana non ha regole ad hoc per la trasmissione mortis causa delle entità del mondo virtuale. Al contrario affidarsi alle regole della successione legittima, proprio con riferimento ai beni digitali, significa nella maggioranza dei casi, rassegnarsi a defatiganti cause civili per capire a chi spetta accedere, recuperare, sfruttare e, se del caso, distruggere i dati personali riguardanti una persona defunta.

L'indicazione delle volontà evita il contenzioso

Fonte: Italia Oggi del 3 novembre 2023 - di Antonio Ciccia Messina

Note Autore

FederPrivacy FederPrivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: [email protected] 

Prev Scuola a prova di privacy, attenzione a foto di feste e gite
Next Licenziamento disciplinare nullo se non si rende noto chi ha indagato

Privacy e Lavoro nell'era degli algoritmi

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'Informativa Privacy