NEWS

Non risarcibili le lesioni minime della privacy che non hanno prodotto danni comprovati

La società di amministrazione di un condominio, veniva convenuta in giudizio poiché ritenuta responsabile dell’illecita affissione in bacheca condominiale di una copia dell’avviso dell’ordine di demolizione intimato a due condòmini resisi responsabili di abusi edilizi. Ritenendosi lesi nel loro diritto alla privacy, i condòmini si rivolgevano al Tribunale per chiedere un risarcimento danni che tenesse conto del carattere particolarmente rilevante di tale diritto della personalità.

Non risarcibili le lesioni minime della privacy che non hanno prodotto danni comprovati

Fonte: Il Sole 24 Ore - di Ivana Consolo

Note Autore

FederPrivacy FederPrivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: [email protected] 

Prev Sanzionabile l’ente che pubblica i dati dei premi sulle performance con nomi e cognomi
Next La sentenza del tribunale di Pordenone sulla responsabilità dell'utilizzo delle banche dati sanitarie

Cyber e Privacy Forum 2023, il trailer dell'evento

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'Informativa Privacy