NEWS

Il trattamento dei dati dei lavoratori è vietato se basato su controlli a distanza illeciti

La legittimità del trattamento dei dati personali dei lavoratori presuppone il lecito utilizzo dei dispostivi di controllo a distanza. Con un provvedimento del 1° giugno 2023 pubblicato sulla Newsletter settimanale, il Garante della privacy ha ribadito che il trattamento dei dati raccolti in violazione delle norme sullo statuto dei lavoratori è illecito e come tale sanzionabile. Il provvedimento si basa su un accertamento diretto del Garante tramite il Nucleo della guardia di finanza appositamente costituito.

Privacy: il trattamento dei dati dei lavoratori è vietato se basato su controlli a distanza illeciti

Fonte: Il Sloe 24 Ore - di Pietro Gremigni

Note Autore

FederPrivacy FederPrivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: [email protected] 

Prev Atti della PA più privati che pubblici: scudo privacy sui dati relativi ai richiedenti bonus edilizi
Next Scuole, la privacy di personale e studenti sbarra la strada al Foia

Privacy e Lavoro nell'era degli algoritmi

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'Informativa Privacy