NEWS

I controlli difensivi sono ancora leciti ma solo post-sospetto e se il lavoratore ne è consapevole

I controlli del datore di lavoro sui propri dipendenti, regolati dall'articolo 4 dello statuto dei lavoratori, hanno subito delle profonde trasformazioni a seguito del Jobs Act, e per questo ci si è spesso chiesti se tali modifiche abbiano lasciato "in vita" i controlli difensivi. A spazzare via ogni dubbio ci ha pensato la Corte di cassazione con la sentenza n. 34092 del 12 novembre 2021. Nella formulazione previgente della norma, come ricordato dai giudici, il controllo difensivo era ritenuto legittimo al ricorrere di tre presupposti concomitanti. Innanzitutto, l'iniziativa

Note Autore

Federprivacy Federprivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: urp@federprivacy.org 

Prev La violazione della regola del consenso privacy in cima agli illeciti
Next Linee Guida EDPB 05/2021: le tre condizioni per il trasferimento dei dati all’estero

Webinar 'Privacy e gestione del personale'

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'Informativa Privacy