NEWS

Decreto Trasparenza: le informazioni classificate non rientrano negli obblighi di informare i lavoratori, ma occorre effettuare ex ante la valutazione

I nuovi obblighi di informazione del lavoratore e dei sindacati sull’uso dei sistemi automatizzati escludono le informazioni qualificate come segreti aziendali: è il datore, però, a dover effettuare ex ante questa valutazione.

Dlgs Trasparenza/2: sui sistemi automatizzati è difficile individuare i segreti aziendali

Per approfondimenti sul Decreto Trasparenza, vedasi anche gli articoli:

- "Decreto Trasparenza: impatti sulla privacy dei lavoratori e ricadute operative per imprese e DPO"

- Sistemi automatizzati e privacy, lavoratori più tutelati con il 'Decreto Trasparenza'

- Dlgs 'Trasparenza', termini perentori e quadro sanzionatorio. La circolare della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro

- Decreto Trasparenza: sistemi automatizzati, l’informativa va delimitata 

 - Decreto Trasparenza: webinar sulle implicazioni per la protezione dei dati personali

Note Autore

Federprivacy Federprivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: urp@federprivacy.org 

Prev Stop del Garante Privacy all'uso massivo dei dati presenti nelle fatture elettroniche
Next Cassazione: il lavoratore può registrare di nascosto le conversazioni con i colleghi per tutelare la propria posizione in azienda

App di credito sociale e rischi privacy per i cittadini

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'Informativa Privacy