NEWS

Google rimuove tre note app per bambini per violazione delle norme sulla privacy

Appena qualche settimana fa l’Osservatorio di Federprivacy aveva pubblicato una ricerca che evidenziava come il 93,8% delle più diffuse app di giochi rivolte ai minori contengano tracker che spiano i comportamenti online dei giovanissimi utenti, e adesso Google ha rimosso alcune delle applicazioni “incriminate”.

Il 93,8% delle più diffuse app di giochi rivolte ai minori contengono tracker che spiano i comportamenti online


I ricercatori dell’International Digital Accountability Council hanno infatti scoperto che tre popolari app per bambini violavano le politiche di raccolta dei dati di Google, raccogliendo informazioni sull’ID Android e sull’ID pubblicità Android (AAID), ponendo così le basi per delle violazioni della tutela della privacy dei giovanissimi utenti.

Le tre app rimosse, che contavano venti milioni di download sul Play Store, sono Princess Salon, Number Coloring e Cats & Cosplay, ed erano nella lista di quelle esaminate dalla ricerca di Federprivacy, che al tema ha anche dedicato la Circolare 5-2020.

Attenzione alle app per bambini che violano la privacy dei giovanissimi utenti

Secondo l’International Digital Accountability Council, “è possibile che le misure di protezione che Google mette in atto per la protezione della privacy vengano violate“, e dietro l’aspetto innocente di queste app si celerebbero effettivamente attività di web analysis sospette basate su Unity 3D che sarebbero “finanziate” da Umeng (un fornitore di proprietà di Alibaba) e da Appodeal, un altro fornitore di monetizzazione e analysis di app).

Google ha comunque riferito di avere già rimosso queste applicazioni dal Play Store, e auspichiamo che prosegua in quest’attività di verifica e “pulizia”, perché le app che calpestano la privacy dei bambini non sono certamente solo quelle tre.

Note Autore

Federprivacy Federprivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: urp@federprivacy.org 

Prev Telemarketing, dal 1° dicembre possibile opporsi alle chiamate sul cellulare, ma solo in teoria
Next Social, phishing e data breach: un sistema che si autoalimenta

Canale 50, Federprivacy al CNR con il Prof.Alessandro Acquisti

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'Informativa Privacy