NEWS

Risultati shock del rapporto 'Deadly by Design': 'entro 2 minuti e mezzo TikTok ha consigliato contenuti suicidi'

Gli algoritmi e le piattaforme si stanno prendendo la vita dei nostri figli? adolescenti e perfino bambini hanno patologie sempre più diffuse legato all’uso di alcune piattaforme digitali e si tratta ormai di un problema di salute pubblica.  Nella puntata di PresaDiretta andata in onda su Rai Tre lo scorso 20 marzo, il programma di Riccardo Iacona e di Cristina De Ritis ha intrapreso un viaggio tra gli adolescenti per capire il loro rapporto con i social con risultati allarmanti.


In particolare TikTok, si basa su un loop di video brevissimi a schermo pieno, molto più immersivi degli altri social e con un algoritmo che non chiede ai giovani utenti di fare nulla se non di scrollare all'infinito sul proprio smartphone le pagine con filmati che durano al massimo un minuto.

Intervistato dalla trasmissione Rai, lo specialista di comunicazione digitale Chris Stokel-Walker ha spiegato: “Ammettiamo, per esempio, che stiate guardando un'immagine in cui si vedono il mare, la sabbia e il cielo. L'algoritmo di TikTok scansiona ciascuno di questi elementi. Si scopre che c'è un pallone o uno che ci gioca. Potrebbe decidere che siete interessati al football, quindi vi manderà altri video di calcio. Si chiama ‘computer vision’. È una specie di intelligenza artificiale sofisticatissima. È stata addestrata per anni in Cina su milioni di persone e continua a imparare più velocemente di qualsiasi altra sulla Terra. Per questo l'algoritmo è così potente”.

Secondo PresaDiretta, “lo scopo di TikTok è impedirci a tutti i costi di abbandonare la piattaforma. Minore lo sforzo che dobbiamo fare per vedere qualcosa che ci piace”.

Inquietante, è poi il Biometric Mirror, ovvero lo specchio biometrico che si avvale di un algoritmo di intelligenza artificiale che scansiona i volti degli utenti addestrato per identificarne l’età, il sesso, l'etnia, ma anche il grado di felicità, il senso di responsabilità, e perfino l’instabilità emotiva. E già così che alcune grandi società negli Stati Uniti selezionano il personale. Ed è con qualcosa di simile che probabilmente TikTok ci fa l'identikit quando siamo online.

Biometric Mirror, è lo specchio biometrico che si avvale di un algoritmo di intelligenza artificiale che scansiona i volti degli utenti


Niels Wouters, ricercatore della School of Computing and Information Systems, Melbourne School of Engineering dell’Università di Melbourne, ha spiegato alla giornalista di PresaDiretta: “Noi sappiamo che TikTok raccoglie informazioni biometriche sugli utenti. E lo sappiamo perché è scritto nella sua informativa sulla privacy, anche se non sappiamo esattamente come lo faccia, perché è segreto. Però su TikTok si possono usare dei filtri facciali e aggiungere degli attributi al volto. E per farlo in tempo reale l'algoritmo si serve dei dati rilevati sui visi delle persone”.

Riguardo ai filtri facciali molto usati dai giovanissimi per aggiungere attributi al volto o sembrare più belli, Wouters spiega: “TikTok li spaccia come qualcosa di divertente e di molto creativo. Ma noi supponiamo che dietro le quinte stia iniziando a raccogliere quelle che chiamiamo impronte facciali e vocali, le sole attraverso cui risalire alla nostra identità, come le impronte digitali. Ribadisco, non sappiamo come le usi, ma il solo fatto che un'azienda privata detenga queste informazioni è preoccupante”, sottolineando che “una foto del nostro viso non è solo una foto, ma può essere analizzata anche per intercettare il nostro stato psicologico”, sottolineando che il concreto rischio è quello di “creare una generazione di giovani la cui identità è plasmata dalle informazioni che trovano in rete”.

Imran Ahmad, Ceo del Center for Countering Digital Hate, ha poi illustrato a PresaDiretta i risultati shock del Rapporto “Deadly by Design nel quale è stato evidenziato che TikTok veicola contenuti dannosi che promuovono disturbi alimentari e autolesionismo fino al suicidio nei feed dei giovani utenti. Nel corso dello studio, i ricercatori hanno creato nuovi account negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Canada e in Australia all'età minima consentita da TikTok, 13 anni. Questi account si sono soffermati brevemente sui video sull'immagine corporea e sulla salute mentale e li hanno apprezzati. Quello che è stato scoperto è stato profondamente inquietante: “Entro 2 minuti e mezzo, TikTok ha consigliato contenuti suicidi. Entro 8 minuti, TikTok ha pubblicato contenuti relativi ai disturbi alimentari. Ogni 39 secondi, TikTok consigliava agli adolescenti video sull'immagine corporea e sulla salute mentale”.

Da vedere nella puntata di PresaDiretta, disponibile su RayPlay anche la sconvolgente inchiesta dal titolo “La scatola nera” partita da Tulsa in Oklahoma, in uno dei centri di ricerca del più grande studio al mondo per capire quale sia l’impatto sul cervello di bambini e ragazzi delle tante ore passate sui cellulari e social.

E poi i centri d’eccellenza italiani e le voci di medici e scienziati che da anni studiano e denunciano che la lunga esposizione dei ragazzi sulle piattaforme provoca variazioni fisiologiche nel cervello sul piano cognitivo ed emozionale.

Sono 10 anni, da quando i social sono esplosi, che gli esperti accusano l’aumento del disagio tra i più giovani: ansia, stress, disturbi dell’attenzione e del linguaggio, anoressia, depressione, autolesionismo.

Durante la puntata, sono state documentate storie e testimonianze esclusive, come quella di Frances Haugen, un’informatica americana dipendente di Facebook, che nel 2021 ha rivelato con migliaia di documenti interni come la società fosse consapevole dell’impatto degli algoritmi sulla salute mentale dei più giovani.

Note Autore

FederPrivacy FederPrivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: [email protected] 

Prev Attacco hacker alla Ferrari, nel mirino i dati sensibili di migliaia di clienti Vip
Next Elon Musk e altri 1.000 leader della Silicon Valley: 'sospendere lo sviluppo dell’intelligenza artificiale'

Cyber e Privacy Forum 2023, il trailer dell'evento

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'Informativa Privacy