NEWS

Albania: diffusi online tramite WhatsApp e Telegram i dati personali e le informazioni sugli stipendi di oltre 600.000 cittadini

Il governo albanese ha confermato una fuga massiva di dati personali e salariali riguardanti 637.138 cittadini, ovvero oltre il 22% dell'intera popolazione del paese. Le informazioni sono contenute in un file Excel che ha iniziato a circolare in questi giorni tramite WhatsApp, e in cui sono riportati vari dettagli come nominativi dei lavoratori, luoghi e date di nascita, numeri di carta d'identità, numero di identificazione personale, numero di telefono, importi degli stipendi, posizioni lavorative e nomi dei datori di lavoro, e a quanto pare anche l’orientamento di voto per il partito socialista.

Diffusione massiva tramite WhatsApp di dati personali e salariali riguardanti 637.138 cittadini albanesi

 
Secondo i media locali che hanno riportato la notizia, il file, che è stato condiviso da un numero imprecisato di utenti, include quelle che sembrano essere le informazioni fiscali e salariali presentate dalle società operanti sul territorio al governo albanese con le dichiarazioni relative al mese di gennaio 2021.

In una conferenza stampa, il premier Edi Rama ha confermato ufficialmente l’accaduto e si è scusato per il data breach, affermando che “secondo un'analisi preliminare, la violazione dei dati sembra più un'infiltrazione interna piuttosto che un attacco informatico esterno”.

Si tratterebbe quindi di un caso di "Insider Threat", una minaccia dannosa per un’organizzazione che proviene da persone interne, come dipendenti, ex dipendenti, appaltatori o soci in affari, che dispongono di informazioni interne relative alle pratiche di sicurezza dell’organizzazione, ai dati e ai sistemi informatici.

Violazione massiva di dati sugli stipendi dei lavoratori albanesi

Sulla fuga di notizie sta indagando della Procura di Tirana, che si stanno concentrando soprattutto sulla Direzione delle Imposte e sull'Istituto di Previdenza Sociale, che risultano essere le uniche organizzazioni che gestiscono tali informazioni relative agli stipendi dei lavoratori albanesi.

Nel frattempo la diffusione delle copie del file Excel trafugato si è allargata anche a canali di Telegram che si rivolgono ai broker di dati, e le informazioni potranno probabilmente essere utilizzate illecitamente da truffatori e cybercriminali.

Note Autore

Federprivacy Federprivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: urp@federprivacy.org 

Prev Bulgaria: anche la prova scritta di un esame rappresenta dati personali ed è soggetta al diritto di accesso
Next Irlanda: maxi sanzione da 225 milioni di euro a WhatsApp

App di incontri e rischi sulla privacy

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'Informativa Privacy