NEWS

Nuova circolare su controlli datoriali e protezione dei dati personali

Il datore di lavoro detta le regole per l'esecuzione e la disciplina del lavoro, e ha il potere di controllare che l'attività lavorativa dei dipendenti sia eseguita conformemente alle direttive da esso impartite, ma d’altra parte i lavoratori hanno il diritto al rispetto della loro riservatezza secondo la disciplina principalmente prevista dallo Statuto dei Lavoratori (Legge 300/1970), ponendo limiti e divieti a controlli lesivi dei diritti inviolabili e il tendenziale sfavore per ogni tipo di controllo occulto, attenuato in presenza di determinate condizioni.

La Circolare 3-2022 su controlli datoriali e privacy

Anche il GDPR prevede che le attività di controllo del lavoratore siano svolte in un contesto di trasparenza e di adeguata protezione dei dati personali, e l'art. 88 del Regolamento europeo stabilisce una riserva di legge a favore degli Stati nazionali, i quali possono emanare regole particolari atte a garantire la protezione dei diritti e delle libertà dei dipendenti durante i trattamenti dei dati nel contesto del rapporto di lavoro.

La Circolare 3-2022 pubblicata da Federprivacy a cura dell’Avv. Paolo Marini, che anche relatore al Seminario online “Controlli in azienda tra esigenze di efficienza, tutela del patrimonio, privacy dei lavoratori”, traccia il quadro sugli adempimenti e le misure in materia di protezione dei dati personali conseguenti all'esercizio dei poteri di controllo da parte del datore di lavoro per fornire agli associati uno strumento operativo per evitare di incorrere in violazioni dello Statuto dei Lavoratori e del GDPR.

Nuova circolare su controlli datoriali e protezione dei dati personali

Obblighi e istituti giuridici della protezione dei dati entrano infatti in relazione diretta con le disposizioni giuslavoristiche mentre le attività di trattamento dei dati personali debbono essere progettate ed attuate in modo da rispettare i paletti fissati da tali disposizioni.

La disciplina sulla protezione dei dati personali integra le disposizioni giuslavoristiche nella definizione delle condizioni e dei limiti cui l'esercizio dell'attività datoriale dovrebbe/deve soggiacere per soddisfare i requisiti fondamentali dell'ordinamento, per essere compatibile con il rispetto dei diritti e delle libertà dei lavoratori.

La suddetta circolare è messa gratuitamente a disposizione dei soci membri e dei sostenitori dell'Associazione in regola con il pagamento della quota associativa, ed è scaricabile dal sito dei Federprivacy.

Note Autore

FederPrivacy FederPrivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: [email protected] 

Prev Come il passato della privacy può modellare il suo futuro: Alessandro Acquisti al Privacy Day Forum 2023
Next Rivista Privacy News, uscito l’ultimo numero del 2022

Cyber e Privacy Forum 2023, il trailer dell'evento

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'Informativa Privacy