NEWS

Datore di lavoro sanzionato se si affida il trattamento dei dati personali a un dipendente in nero

Viola la privacy ed è sanzionato il datore di lavoro che fa trattare dati da un dipendente non in regola. Ciò perché il datore di lavoro sta comunicando dati a una persona da considerare un terzo estraneo, non autorizzato a conoscerli. Il Garante privacy, con l’ingiunzione n. 243 del 24 aprile 2024, ha irrogato una sanzione di 3 mila euro a un patronato.

Datore di lavoro che fa trattare i dati a un lavoratore a nero Sta comunicando dati a una persona da considerare un terzo estraneo, non autorizzato a conoscerli. Scatta così l’ingiunzione del Garante

Fonte: Italia Oggi - di Antonio Ciccia Messina

Note Autore

FederPrivacy FederPrivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: [email protected] 

Prev Il contrasto alle fake news in ambito lavorativo
Next Viene sanzionato l'editore che diffonde dati in tv e non risponde all'interessato che vuole esercitare i suoi diritti sulla privacy

Privacy Day Forum 2024: il servizio di Ansa

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'Informativa Privacy