NEWS

Usa: Facebook patteggia per chiudere class action sul riconoscimento facciale e accetta di pagare 650 milioni di dollari

Almeno 345 dollari di rimborso per utente: tanto è la somma pattuita per chiudere la class action avviata negli Usa a seguito delle accuse contro Facebook relative alla conservazione di dati biometrici per una funzione di tagging delle foto basata sul riconoscimento facciale senza preavviso o consenso, funzione poi disabilitata dalla società di Mark Zuckerberg nel 2019.

Facebook patteggia per la class action riguardante il riconoscimento facciale

Il caso risale al 2015 e la class action è partita nello stato dell’Illinois. È notizia dell’ultim’ora il raggiungimento di un accordo fra le parti per un ammontare di 650 milioni di dollari – questa l’offerta presentata da Facebook per chiudere la partita.

Offerta approvata dal giudice che stava seguendo il caso. Nella sentenza si legge che si tratta di “uno dei più grandi accordi per violazione della privacy” e che ciascun utente partecipante alla class action (1,6 milioni di utenti) riceverà 345 euro di rimborso, “una grande vittoria per i consumatori”.

L’offerta di transazione iniziale ammontava a 550 milioni di dollari (100 dollari per utente) ma era stata respinta dal tribunale a giugno 2020 poiché considerata insufficiente e non congrua. La nuova offerta da 650 milioni è stata invece accolta e il giudice ha ordinato a Facebook di effettuare i pagamenti il prima possibile.

Fonte: Corriere delle Comunicazioni

Note Autore

Federprivacy Federprivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: urp@federprivacy.org 

Prev Singapore, i dati dell’app di contact tracing a disposizione della polizia. Due lezioni importanti
Next Irlanda: l'autorità per la privacy accusata di rallentare l'applicazione delle misure del Gdpr contro le big tech

Il presidente di Federprivacy a Report Rai 3

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'Informativa Privacy