NEWS

Privacy: Ue, rischio ritardo Italia su nuove regole

L'Italia rischia di essere in ritardo per l'applicazione delle nuove regole Ue sulla privacy che partono il 25 maggio. E, anche se ci sono le elezioni in vista, l'amministrazione deve lavorare per essere pronta in tempo. E' l'allarme lanciato dalla commissaria Ue alla giustizia Vera Jourova a 100 giorni dall'avvio del 'General Data Protection Regulation'.

"Vediamo che ci potrebbero essere ritardi", ha affermato la commissaria, "ci sono sempre elezioni in qualche paese" ma "l'amministrazione deve fare il suo dovere ovunque".

Per questo, ha aggiunto la commissaria, "siamo in contatto con le autorità italiane" per far sì che il 25 maggio anche l'Italia sia pronta.

Fonte: Ansa

Note Autore

Federprivacy Federprivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: urp@federprivacy.org 

Prev Hacker cinesi infettano 5 milioni di smartphone
Next Facebook perde causa in Belgio sulla privacy

Adnkronos, più tutele per i dati con il nuovo Regolamento UE

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'informativa privacy