NEWS

Contestazioni di violazioni della privacy? la strategia di difesa in tre mosse

Sono tre i filoni principali delle difese in caso di contestazioni di violazioni della privacy: l'illecito non è sanzionabile; la mancanza commessa merita un ammonimento e non una sanzione pecuniaria; ci sono ragioni per cui la sanzione deve essere mantenuta su livelli più bassi. Vediamo, dunque, come potersi muovere e quali specifiche motivazioni si possono inserire negli atti difensivi. Non sanzionabilità - Il primo gruppo di difese consiste nell'eccepire ragioni per cui l'illecito non è sanzionabile. Può trattarsi, per esempio, che non risulti provata alcuna condotta negligente, imprudente o priva di perizia o

Note Autore

Federprivacy Federprivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: urp@federprivacy.org 

Prev Fatturazione elettronica, verso proroga di tre mesi per la conservazione
Next Intercettazioni inutilizzabili se mancano i verbali

Paolo Balboni spiega gli scenari della privacy europea alla luce del Dgls 101/2018

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'Informativa Privacy