NEWS

Francia: rubati i dati personali di quasi due terzi dell’intera popolazione nell’attacco hacker all’agenza nazionale per l’impiego

L’agenzia nazionale per l’impiego “France Travail” ha reso noto di essere stata colpita da un grave attacco hacker che avrebbe coinvolto i dati personali di ben 43 milioni di cittadini, quindi quasi due terzi dell’intera popolazione, che conta circa 67 milioni di persone.

Francia in imbarazzo, rubati i dati di 43 milioni di cittadini

L’attacco avrebbe colpito l’agenzia nel periodo compreso tra il 6 febbraio e il 5 marzo scorso, esponendo i dati sensibili di tutti coloro che si sono rivolti all’agenzia per trovare lavoro negli ultimi 20 anni.

I malintenzionati hanno avuto accesso a dati come nome e cognome, data e luogo di nascita, numero di iscrizione al registro delle persone fisiche (NIR), indirizzo email, indirizzo di casa, numero di telefono e identificativo all’interno del sistema dell’agenzia.

A causa della gravità dell’attacco, France Travail ha immediatamente informato l’autorità francese per la privacy (CNIL) che si occupa della protezione dei dati, la quale ha confermato l’impatto su larga scala dell’attacco informatico in questione.

Nel frattempo, l’agenzia nazionale per il lavoro francese ha avviato una campagna di notifica, per avvertire tutti gli individui coinvolti nella violazione dei loro dati personali.

L’incidente solleva ovviamente importanti questioni sulla privacy, specialmente in un paese come la Francia, che ha sempre tenuto in grande considerazione la protezione dei dati personali dei propri cittadini. La violazione mette in luce l’impellente necessità di rafforzare la sicurezza informatica di sistemi e agenzie che gestiscono dati sensibili, per evitare che episodi come questo possano accadere nuovamente in futuro.

Come accade in questi casi, le persone a cui sono stati rubati i dati personali potranno aspettarsi di essere bersaglio da parte di cyber criminali di tentativi di frode tramite campagne phishing tramite email, SMS, telefonate.

France Travail ha pertanto raccomandato ai cittadini di prestare particolare attenzione, così da evitare di cadere in questo tipo di truffe.

Note Autore

FederPrivacy FederPrivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: [email protected] 

Prev Belgio: trovati spyware nei cellulari dei deputati del Parlamento UE
Next Usa: social network vietati a minori di 14 anni in Florida

Privacy e Lavoro nell'era degli algoritmi

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'Informativa Privacy