NEWS

Corea del Sud: sanzioni milionarie per violazioni della privacy da parte di Facebook e Google

La Corea del Sud ha inflitto sanzioni milionarie alle società Alphabet e Meta per violazione della normativa coreana sulla privacy.  A renderlo noto con un comunicato stampa è stata la stessa Commissione per la protezione delle informazioni personali del Paese, che ha inflitto ad Alphabet una multa di un importo pari a 49,8 milioni di dollari e una a Meta di circa 22 milioni di dollari.

Corea del Sud: multe miliardarie per violazione della privacy

Le motivazioni delle sanzioni risiedono nel fatto che Google e Facebook non avevano informato chiaramente gli utenti dei servizi e non avevano neanche ottenuto il consenso preventivo per raccogliere i dati personali ed analizzare le informazioni comportamentali e le preferenze degli utenti al fine di dedurne gli interessi e utilizzarle per pubblicità personalizzate.

Tali provvedimenti sono sono solo gli ultimi di una serie di decisioni analoghe sancite in altri Paesi del mondo, dato che negli ultimi quattro anni risultano oltre 20 procedimenti di varie autorità e tribunali che hanno ingiunto a Facebook di pagare in totale 6,6 miliardi di euro per sanzioni e risarcimenti a causa di infrazioni sui dati personali, mentre a carico di Google risultano 676 milioni di euro di sanzioni in 13 procedimenti.

Note Autore

Federprivacy Federprivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: urp@federprivacy.org 

Prev Belgio: controlli della temperatura durante la pandemia senza valida base giuridica, sanzionati aeroporti per violazione della privacy dei passeggeri
Next Polonia: se il data breach comporta rischi elevati per gli interessati l’avviso sul portale non basta. Sanzionata una banca

Presentazione volume Risposte Privacy: le interviste

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'Informativa Privacy