NEWS

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1

ARGOMENTO:

Gestione richieste di accesso ai dati durante periodo d'emergenza Covid-19 6 Mesi 6 giorni fa #875

  • Sabrina Bambagioni
  • Avatar di Sabrina Bambagioni
  • Offline
  • Messaggi: 19
Estendendo i princìpi espressi sinteticamente dall'Avv. Marini, può essere utile quello che è scritto più nel dettaglio nell'articolo a firma dell'Avv. Ciccia Messina sul sito di Federprivacy, al quale vi è annesso anche un modello di risposta tipo "Differimento risposta interessato per cause di forza maggiore", scaricabile gratuitamente dall'aera riservata. Questo il link:

www.federprivacy.org/informazione/primo-...d-emergenza-covid-19

Spero possa essere utile a tutti coloro che hanno un problema analogo in questo periodo di emergenza.

Sabrina

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Gestione richieste di accesso ai dati durante periodo d'emergenza Covid-19 6 Mesi 6 giorni fa #873

Ammesso (seguendo quanto riportato ed in via di mera ipotesi) che la modalità a distanza non consenta effettivamente, obiettivamente, l'accesso agli archivi (circostanza che, nel caso, sarebbe consigliabile poter documentare), sarà comunque da rendere un primo riscontro, perlomeno interlocutorio, senza ingiustificato ritardo e comunque entro un mese dalla richiesta di ciascun interessato (art. 12.3), spiegando le ragioni della sopraggiunta impossibilità e la durata di questo lasso temporale e riservando espressamente, a partire dal termine di tale periodo, l'adempimento delle risposte alle varie richieste di accesso. Peraltro, l'art. 12.3 ultimo periodo, disciplina la possibilità di una proroga per un massimo di 2 mesi, per quanto "tenuto conto della complessità e del numero delle richieste" (la causale nella fattispecie è diversa ma secondo me è invocabile, in relazione alla eccezionalità del momento e delle circostanze, nella misura in cui non sia possibile fare altrimenti).

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Ultima Modifica: da Paolo Marini.

Gestione richieste di accesso ai dati durante periodo d'emergenza Covid-19 6 Mesi 1 Settimana fa #872

  • Gianni Giuliani
  • Avatar di Gianni Giuliani Autore della discussione
  • Offline
  • Messaggi: 5
Il nostro datore di lavoro ha intenzione di mandare tutti i dipendenti in cassa integrazione straordinaria per circa 9 settimane a causa dell'emergenza del Coronavirus, e in questo periodo, che potrebbe peraltro prolungarsi, pur avendo una certa reperibilità in modalità smart working, senza possibilità di accedere agli archivi sarà praticamente impossibile rispondere alle richieste d'accesso ai dati ai sensi degli artt.13-14 del Gdpr che ci pervengono sia via email che tramite posta ordinaria. E' possibile dare una risposta in cui si comunica la sospensione delle risposte motivata dalle cause di forza maggiore spiegando che non sarà possibile rispondere entro i termini di legge e che la richiesta sarà evasa non appena le attività torneranno alla normalità?

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Pagina:
  • 1
Tempo creazione pagina: 0.510 secondi

GDPR Pierluigi Perri al Workshop Federprivacy

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'informativa privacy