NEWS

Usa, attacco ransomware coordinato a 23 città del Texas

E’ allarme cybersecurity in Texas dove 23 città “minori” sono state colpite da un attacco ransomware coordinato. Lo ha rivelato il Department of Information Resources secondo cui le aggressioni sono iniziate venerdì mattina e hanno coinvolto “piccole amministrazioni pubbliche” la cui localizzazione viene mantenuta segreta per motivi di sicurezza.

I danni sono “ingenti”, ma non ancora quantificati. Secondo gli esperti di sicurezza l’autore degli “attentati” è unico anche se tuttora ignoto: “Per ora tutto il nostro impegno è concentrato sul recupero delle funzionalità e il contenimento dei danni”.

Si tratta dell’ennesima aggressione perpetrata negli ultimi mesi a apparati statali e locali a New York, Louisiana, Maryland e Florida, che hanno comportato la perdita di ingenti somme: sia per i pagamenti del riscatto sia per le riparazioni.

Si tratta sempre dello stesso il tipo di attacco: il ransomware, software dannoso spesso distribuito via e-mail, che blocca i sistemi di un’organizzazione. In molti casi il ransomware danneggia l’hardware del computer e le macchine collegate e porta a un black out dei sistemi operativi di un’amministrazione.

Fonte: Il Corriere delle Comunicazioni

Note sull'autore

Federprivacy Federprivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: urp@federprivacy.it 

Prev UK: a Londra arriva il riconoscimento facciale nelle telecamere di sicurezza di King’s Cross
Next Usa: utenti registrati senza consenso, scatta la class action contro Apple

Federprivacy: ecco bollino qualità per siti che rispettano privacy utenti

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
captcha 
Privacy e Termini di Utilizzo