NEWS

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1

ARGOMENTO:

Accesso alla casella mail dipedente in una Pa 10 Mesi 19 Ore fa #1155

Come indicato nelle Linee guida del Garante Privacy sulla posta elettronica ed internet del 2007, il datore di lavoro può rendere disponibili indirizzi di posta elettronica condivisi tra più lavoratori (ad esempio, info@ente.it, ufficiovendite@ente.it, ufficioreclami@società.com, urp@ente.it, etc.), eventualmente affiancandoli a quelli individuali (ad esempio, m.rossi@ente.it, rossi@società.com, mario.rossi@società.it). E' possibile inoltre mettere a disposizione di ciascun lavoratore apposite funzionalità di sistema, di agevole utilizzo, che consentano di inviare automaticamente, in caso di assenze (ad es., per ferie o attività di lavoro fuori sede), messaggi di risposta contenenti le "coordinate" (anche elettroniche o telefoniche) di un altro soggetto o altre utili modalità di contatto della struttura. In caso di eventuali assenze non programmate (ad es., per malattia), qualora il lavoratore non possa attivare la procedura descritta (anche avvalendosi di servizi webmail), il titolare del trattamento, perdurando l´assenza oltre un determinato limite temporale, potrebbe disporre lecitamente, sempre che sia necessario e mediante personale appositamente incaricato (ad es., l´amministratore di sistema oppure, se presente, un incaricato aziendale per la protezione dei dati), l´attivazione di un analogo accorgimento, avvertendo gli interessati.

Trova maggiori dettagli nel sito dell'Autorità consulando il doc. web.1387522.

Cordiali saluti
Nicola Bernardi

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Ultima Modifica: da Nicola Bernardi.

ACCESSO ALLA CASELLA MAIL DEL DIPENDENTE IN UNA PA 10 Mesi 1 Giorno fa #1154

  • Katia Di Padova
  • Avatar di Katia Di Padova Autore della discussione
  • Offline
  • Messaggi: 16
Scusate volevo chiedervi in merito alla problematica del divieto di accesso da parte del datore di lavoro alla casella mail del dipendente è possibile sorvolare l'ostacolo evitando di attribuire ai lavoratori mail con nome e cognome e creare invece delle mail in base alla competenza. Per esempio didatticaprimolivello@.......... ; didatticasecondolivello@......; didatticaterzolivello@....... ecc.. L'esempio è l'ufficio didattica di una scuola dove ci sono 4 addetti. Ognuno degli addetti avrebbe accesso alle caselle degli altri colleghi. Il problema sollevato dalla struttura è una problematica rispetto ad un'assenza prolungata di uno dei lavoratori. E' fattibile? Grazie - katia di padova

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Pagina:
  • 1
Tempo creazione pagina: 0.188 secondi

Ue, rischio multe per chi non si adegua al Gdpr

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'Informativa Privacy