NEWS

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1

ARGOMENTO:

Players GDPR 1 Anno 3 Mesi fa #534

Tutti coloro che operano / lavorano sotto l'autorità del Titolare, a prescindere dal livello gerarchico, debbono essere 1) autorizzati e 2) istruiti dal medesimo per ciò che concerne le attività di trattamento dei dati personali. Questo è ciò che conta in adempimento delle disposizioni di legge.
I vari soggetti autorizzati avranno poi, di regola, profili di autorizzazione distinti in ragione delle mansioni lavorative che sono chiamati a svolgere.
Quanto all'utilizzo di denominazioni diverse dal termine "autorizzati" (per esempio, per funzioni di livello gerarchico alto o in virtù di qualsivoglia altro criterio) esso è obiettivamente irrilevante: trattasi di scelte che rientrano nella discrezionalità del Titolare. .

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Players GDPR 1 Anno 3 Mesi fa #532

Gentilissimo Dott. Paolo Marini
in merito alla figura degli ormai ex Responsabili interni, trova corretto la possibilità di nominare tali soggetti quali "Referenti del titolare del trattamento dati personali" così da distinguerli anche in via gerarchica rispetto agli "Autorizzati" ?
Grazie anticipatamente per la sua cortese risposta

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Players GDPR 1 Anno 4 Mesi fa #507

Lo schema è sinteticamente riassumibile, a mio avviso, in questi termini:
a) il Titolare resta il soggetto che determina/decide finalità e modalità del trattamento, come nella previgente normativa;
b) il Responsabile non è più la figura di cui all'abrogato 29 del D. Lgs. 196/2003, per cui per anni si è potuto parlare e trattare di Responsabili interni ed esterni. L'art. 28 del Regolamento UE 2016/679 lascia inalterato il nome della figura (Responsabile) ma, per una interpretazione peraltro maggioritaria (e qui condivisa), non può essere altro che un soggetto terzo rispetto al Titolare, sia che si tratti di persona fisica che di persona giuridica o altro ancora; il 'nuovo' Responsabile, in quanto fornitore di beni e/o servizi, si distingue dalla platea generale dei fornitori del Titolare perché nello svolgimento del rapporto tratta dati personali “per conto” del medesimo (e tutti gli altri sono [autonomi] Titolari);
c) infine permangono gli Incaricati (vocabolo che si può continuare ad utilizzare anche se oggi gli viene preferito quello di “Autorizzati” ma è la stessa zuppa): sono le persone fisiche che operano sotto l'autorità del Titolare o del Responsabile (art. 29 Regolamento UE 2016/679). I 'vecchi' Responsabili interni si traducono/trasformano oggi - qualora persone fisiche - in Incaricati od Autorizzati dotati di profili di autorizzazione ai trattamenti verosimilmente più ampi rispetto a quelli dei loro sottoposti gerarchici, in coerenza con l'incarico involgente responsabilità e mansioni superiori e con l'inquadramento più elevato all'interno dell'organizzazione che tratta i dati personali.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Players GDPR 1 Anno 10 Mesi fa #278

  • Mario Muraglia
  • Avatar di Mario Muraglia Autore della discussione
  • Offline
  • Messaggi: 18
Gentili colleghi,
torno a voi perchè in questi giorni a proposito di nomine e responsabilità si sente e si legge di tutto. Mentre,almeno inizialmente si parlava di Titolare del trattamento e di Responsabile Interno o Esterno del trattamento, adesso si è creata una confusione quasi epica. E così il Titolare è rimasto tale (almeno lui) mentre il Responsabile pare possa essere solo più esterno e non interno, non si capisce bene se sia morto il Rappresentante legale, sono risuscitati gli Incaricati al trattamento, conditi da Autorizzati e da Soggetti designati, in altre parole ma chi e come nominare????? Non sarebbe molto semplice una volta per tutte avere un semplice elenco di figure (dal medico, al commercialista, alla donna delle pulizie) e a fianco in modo definitivo la nomina da fargli (Responsabile interno o esterno, autorizzato). Ci sono pagine di domande e risposte, e alla fine questo genera confusione e allegria da chi fa adeguamenti farlocchi mentre (permettetemi lo sfogo) chi cerca di fare il suo lavoro con onestà viene investito da uno tsunami di incertezza e caos. Vi ringrazio se mi potete dare la vostra preziosa opinione come sempre. Cordiali saluti Mario Muraglia.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Pagina:
  • 1
Tempo creazione pagina: 0.214 secondi

I chiarimenti del Garante sulla Norma UNI 11697:2017

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
captcha 
Ho letto l'informativa sulla privacy