NEWS

Indice articoli

Statuto

Federprivacy

Pagina 3 di 4

Art. 19. Nelle deliberazioni di approvazione del rendiconto economico finanziario e in quelle che riguardano la loro responsabilità, i consiglieri non hanno voto. Per le votazioni si procede normalmente per alzata di mano. Per l’elezione delle cariche sociali, su decisione dei soci presenti, si può procedere sia per alzata di mano che mediante voto a scrutinio segreto su scheda. Le deliberazioni sono immediatamente esecutive e devono risultare insieme alla sintesi del dibattito da apposito verbale sottoscritto dal Presidente e dal segretario dell’assemblea.

************************************************************************************

Art. 20. L’assemblea ordinaria ha i seguenti compiti:

a) approva il rendiconto economico finanziario preventivo e il rendiconto economico finanziario consuntivo;

b) approva il programma generale annuale di attività;

c) elegge e revoca il Presidente;

d) elegge e revoca il Consiglio Direttivo;

e) elegge e revoca il Collegio dei Probiviri;

f) determina, su proposta del Consiglio Direttivo, l’ammontare delle quote associative e i termini per il loro versamento;

g) delibera sulle responsabilità dei consiglieri;

h) discute e decide su tutti gli argomenti posti all’ordine del giorno.

************************************************************************************

Art. 21. L’assemblea straordinaria delibera sulla modifica dello statuto, sullo scioglimento dell’associazione e sulla devoluzione del patrimonio.

Per le modifiche statutarie l’assemblea straordinaria delibera in prima convocazione in presenza di almeno due terzi degli associati e con il voto favorevole della maggioranza dei presenti, e in seconda convocazione con decisione deliberata a maggioranza, qualunque sia il numero dei presenti; per lo scioglimento dell’associazione e devoluzione del patrimonio, l’assemblea straordinaria delibera con il voto favorevole di almeno tre quarti degli associati in prima convocazione, e in seconda convocazione con decisione deliberata a maggioranza, qualunque sia il numero dei presenti

 ************************************************************************************

Consiglio Direttivo

 ************************************************************************************

Art. 22. Il Consiglio Direttivo è composto da un massimo di sei membri compreso il   Presidente, i quali non rieleggibili nelle cariche già ricoperte nel mandato precedente. Il Consiglio Direttivo dura in carica cinque anni ed è eletto dall’Assemblea dei Soci che vota tre membri direttamente, e altri tre membri proposti dal Presidente uscente. Sono membri aggregati al Consiglio Direttivo con diritto di voto i presidenti onorari.

************************************************************************************

Art. 23. Il Consiglio Direttivo è convocato dal Presidente o dal segretario generale ogni volta che vi sia materia su cui deliberare, o quando ne sia fatta richiesta da almeno due consiglieri. Le riunioni sono valide quando vi interviene almeno la metà dei consiglieri. Le riunioni possono tenersi anche in modalità telematica, purché le delibere siano dovutamente documentate. Le deliberazioni sono prese a maggioranza assoluta dei presenti. In caso di parità di voti prevale il voto del Presidente. Le votazioni sono sempre e in ogni caso palesi.

************************************************************************************

Art. 24. Il Consiglio Direttivo è investito dei più ampi poteri per la gestione dell’Associazione: pone in essere ogni atto esecutivo necessario per la realizzazione del programma di attività che non sia riservato per legge o per statuto alla competenza dell’Assemblea dei soci.

In particolare:

- elegge tra i propri componenti il Segretario Generale e il Vice Presidente;

- nomina il Tesoriere;

- designa  trai soci membri i delegati provinciali e li revoca a suo insindacabile giudizio;

- delibera l’eventuale apertura di sedi di rappresentanza in Italia e all’estero;

- attua tutti gli atti di ordinaria e straordinaria amministrazione;

- cura l’esecuzione delle deliberazioni dell’Assemblea;

- predispone all’Assemblea il programma annuale di attività;

- presenta annualmente all’Assemblea per l’approvazione: la relazione; il rendiconto economico e finanziario dell’esercizio trascorso, nonché il bilancio preventivo per l’anno in corso.

- conferisce procure generali e speciali;

- nomina e revoca i componenti del Comitato Scientifico;

- nomina e revoca tutti i componenti del Comitato di Vigilanza;

- instaura rapporti di lavoro, fissandone mansioni, qualifiche e retribuzioni;

- ratifica tutti i regolamenti interni per il funzionamento dell’Associazione e l’attuazione delle finalità statutarie;

- valuta, accetta o respinge le adesione di nuovi soci;

- ratifica e respinge i provvedimenti d’urgenza adottati dal Presidente;

- decide sui provvedimenti disciplinari da adottare nei confronti dei soci nei casi di inosservanza delle prescrizioni del presente statuto, del Codice Etico e degli altri regolamenti interni a cui essi sono soggetti;

- delibera in ordine alla perdita di qualità di socio come da art. 13 comma d);

************************************************************************************

Art. 25. Qualora, per qualsiasi  motivo il numero dei componenti del Consiglio Direttivo scenda al di sotto di quattro membri, il numero di componenti previsto da statuto viene ricostituito mediante elezioni  a una successiva assemblea dei soci. Nel caso invece in cui il Consiglio Direttivo scenda sotto i tre componenti, sono indette senza indugio nuove elezioni.

 ************************************************************************************

Il Presidente e il vice Presidente

 ************************************************************************************

Art. 26. Il Presidente è il legale rappresentante dell’Associazione ed ha l’uso della firma sociale. Presiede il Consiglio Direttivo con diritto di voto. È autorizzato a riscuotere pagamenti di ogni natura e a qualsiasi titolo e a rilasciarne quietanza. Ha facoltà di nominare avvocati e procuratori nelle liti riguardanti l’Associazione davanti a qualsiasi autorità giudiziaria e amministrativa in qualsiasi grado e giudizio.

Può delegare parte dei suoi poteri ad altri consiglieri o soci con procura generale o speciale. In caso di assenza o impedimento le sue mansioni sono esercitate dal vice Presidente per gli atti strettamente necessari alla regolare prosecuzione delle attività statutarie in corso.

In casi di oggettiva necessità, il Presidente può adottare provvedimenti d’urgenza sottoponendoli alla ratifica del Consiglio Direttivo. Qualora il Consiglio Direttivo, per fondati motivi, non ratifichi tali provvedimenti, degli stessi risponde personalmente il Presidente.

Il Presidente viene eletto dall’assemblea dei soci, dura in carica cinque anni, e non è rieleggibile.

Il Presidente nomina e revoca il Coordinatore del Comitato Scientifico e quello del Comitato di Vigilanza.

Il Presidente che espleti regolarmente la propria carica per un intero mandato, riceve per  meriti alla carriera il diritto di ricoprire la carica di Presidente onorario e membro permanente aggregato del Consiglio Direttivo. 

 ************************************************************************************

Umberto Rapetto: più tutelati con Gdpr ma non bisogna abbassare la guardia

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
captcha 
Privacy e Termini di Utilizzo