NEWS

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1
  • 2
  • 3

ARGOMENTO:

Registro dei controlli sul Green Pass 11 Mesi 2 Settimane fa #1533

Se è chiaro che non è possibile registrare l'esito della verifica dei GP, è pur vero che l'azienda, in caso di lavoratore che si presenti sprovvisto di GP o con GP non valido, dovrà pur documentare il fatto, ad esempio attraverso una sorta di "verbale", se non altro per poter giustificare il mancato accesso del dipendente al luogo di lavoro, seguendo il principio già precedentemente applicato in caso di rilevazione di temperatura superiore alla soglia limite. Può essere un approccio corretto?

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Registro dei controlli sul Green Pass 11 Mesi 2 Settimane fa #1531

Salve Paolo,
immagino la sua domanda si riferisca al controllo a campione e non quello in ingresso. Come ho indicato nella risposta ad un quesito di ieri n. 1526, non tutti concordano nel registrare il nome e cognome e la maggior parte degli esperti è orientato a registrare solo il numero di persone controllate. Di conseguenza nella sua valutazione è opportuno tenere conto dell’orientamento prevalente. Quindi immaginiamo, ad integrazione di quanto riportato in n. 1526, la seguente situazione:
• azienda con 200 dipendenti
• nel piano organizzativo stabilisco – controllo a campione: quanti ne controllo ogni giorno (ideale almeno 20%), con che criterio scelgo chi controllare, se tale controllo è esteso anche agli esterni e con quali criteri, chi controlla (delegato da datore di lavoro eventuale turnazione se previsti più delegati contemporaneamente presenti), cosa e dove registro le attività di controllo svolte, quali comunicazioni deve fare il delegato nel caso riscontrasse green pass non valido, ed infine dove conservo tale registrazione (verbale vedi proposta seguente) e per quanto tempo.
Per la registrazione del controllo la soluzione che maggiormente viene incontro alla riservatezza dei dati e rispetta alla lettera le indicazioni del Garante, potrebbe prendere spunto dal modello di seguito proposto (da considerarsi una base) da predisporre con frequenza giornaliera:
Il Datore di Lavoro di AAA dichiara che in data odierna… sono state controllate, da parte dei delegati, n. X lavoratori interni sugli Y presenti (eventualmente integrare anche con dati sul numero di lavoratori esterni controllati).
Volendo si potrebbe aggiungere:
L’esito del controllo è stato positivo, nessun collaboratore aziendale/ditte esterne è stato trovato in possesso di GP non valido o senza GP.
Ovvero
Nel corso del controllo sono stati rilevati n. W collaboratori aziendali/ditte esterne in possesso di GP non valido o senza GP – assolutamente senza indicare i nomi. Sono state quindi seguite le procedure previste dal Piano Organizzativo (si veda approfondimento in www.federprivacy.org/informazione/punto-...-piano-organizzativo)
Ovvero
Specificare che nel corso della giornata non è stato possibile effettuare il controllo a campione/non è stato possibile effettuarlo per la % prevista dal piano organizzativo e le motivazioni alla base di tale mancato rispetto di quanto previsto dal piano.
Firmato il datore di lavoro/soggetto delegato da quest’ultimo a predisporre tale verbale.
Questo modello potrebbe, con le riserve già ampiamente illustrate, specificare anche i nomi dei collaboratori controllati (insisto su “si considerino le riserve”) come documento allegato, ma di certo NON l’esito del risultato del controllo dei singoli collaboratori.
Resto a disposizione per ogni chiarimento, cordialmente monica perego

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Registro dei controlli sul Green Pass 11 Mesi 2 Settimane fa #1530

  • Massimo Maria Mattei
  • Avatar di Massimo Maria Mattei
  • Offline
  • Messaggi: 9
è evidente che se ho registrato il controllo di pippo, pluto e paperino e pippo e pluto sono in azienda il controllo era positivo, posso avere un dubbio sul controllo di paperino ma in azienda tutti lo considereranno negativo.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Registro dei controlli sul Green Pass 11 Mesi 2 Settimane fa #1529

Buongiorno Monica,
il registro nel quale viene evidenziato il controllo del Green Pass, deve contenere anche il nome e cognome del controllato o è sufficiente elencare il numero delle persone controllate?

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Registro dei controlli sul Green Pass 11 Mesi 2 Settimane fa #1526

Salve Stefano,
sono tutti concordi nell’indicare che nel corso dei controlli a campione, non è possibile registrare l’esito del controllo (sia esso positivo che negativo).
Ovviamente non potendo registrare l’esito del controllo diventa difficile poter soddisfare quanto espresso nelle FAQ del Governo (alla versione disponibile alla data odierna e quindi suscettibili di variazioni) e nello specifico alla FAQ n. 1 “Come devono avvenire i controlli sul green pass dei lavoratori nel settore pubblico e in quello privato?” quando recita “…Nelle pubbliche amministrazioni, laddove l’accertamento non avvenga al momento dell’accesso al luogo di lavoro, esso dovrà avvenire su base giornaliera, prioritariamente nella fascia antimeridiana della giornata lavorativa, potrà essere generalizzato o a campione, purché in misura non inferiore al 20% del personale presente in servizio e con un criterio di rotazione che assicuri, nel tempo, il controllo su tutto il personale dipendente….” – fonte www.governo.it/it/articolo/green-pass-fa...sidente-draghi/18223
Ora, per quanto la parte della FAQ riportata si riferisca alla PA, può essere ragionevolmente (in modo cautelativo) estesa anche alle imprese private.
Nello specifico è necessario assicurare “…con un criterio di rotazione che assicuri, nel tempo, il controllo su tutto il personale dipendente…”.
Quindi come assicurare tale misura? Una possibile proposta, che non prevede la registrazione dell’esito del controllo potrebbe essere quella di:
• valutare, come misura di accountability, di registrare solo il controllo e non l’esito dello stesso (ovvero limitarsi a registrare “oggi ho controllato Pippo, Pluto e Paperino – in alternativa il personale la cui postazione è ubicata al primo piano, ieri ho controllato Minni, Clarabella, Paperina in alternativa il personale la cui postazione è ubicata al secondo piano” e così via – si potrebbe valutare anche una estrazione dei numeri di matricola); mentre se si desiderasse conoscere l’esito di tali controlli (nello specifico quelli che hanno dato esito negativo) si dovrà, ovviamente, analizzare l’eventuale documentazione emessa a seguito delle segnalazione nel caso in cui un collaboratore non risultasse in possesso di green pass valido. Quindi nessuna registrazione di esito di controllo. Tale soluzione, è mio dovere precisarlo, non trova tutti d’accordo e molti professionisti la considerano non rispettosa delle indicazioni del Garante. La mia personale posizione, condivisa con altri colleghi, per rispondere a tale obiezione si basa sulla differenza (sottile ma non trascurabile) tra la registrazione del controllo – come propongo e non - a mio avviso - ostativa delle indicazioni fornite dal Garante - e la registrazione dell’esito del controllo – come assolutamente vietata. Tale soluzione, inoltre garantisce un modello di accountability che soddisfa, maggiormente del solo esito del numero di controlli effettuati, ma quanto richiesto dalla FAQ di cui sopra.
Infatti, in alternativa alla misura suggerita è quella di registrare esclusivamente, su base giornaliera il numero di collaboratori controllati (misura cumulativa) e non i nominativi – tale misura tutela maggiormente la privacy dei collaboratori, rispetto alla precedente, ma sacrificai in parte l’accountability.

Auspicabile, in ogni caso anche in relazione alle dimensioni ed alle complessità dell’azienda:
• documentare la soluzione adottata (nel Piano Organizzativo si veda anche www.federprivacy.org/informazione/punto-...-piano-organizzativo)
• condividere la soluzione adottata (in particolare quella che registra il nominativo dei collaboratori controllati – ribadisco non l’esito del controllo) con il DPO e considerare il suo parere;
• effettuare una DPIA, come lei indica giustamente. Tale misura serve, nei casi più complessi, anche per documentare il flusso della gestione delle comunicazioni (Risorse umane, ecc.) e del percorso di “uscita” dall’azienda, nel rispetto della dignità, del collaboratore risultato in possesso di un Green Pass non valido o in mancanza del documento.
Infine da considerare, come ulteriori misure di accountability, anche la registrazione del controllo a campione del Green Pass dei soggetti esterni presenti nel perimetro aziendale. Si veda la FAQ n. 5. “Da chi devono essere effettuati i controlli sul green pass dei lavoratori che arrivano da società di somministrazione? Dalla società di somministrazione o dall’azienda in cui vengono distaccati? I controlli devono essere effettuati da entrambe, sia dalla società di somministrazione, sia dall’azienda presso la quale il lavoratore svolge la propria prestazione.”
Ovviamente, in questo caso le comunicazioni relative ad esito negativo del controllo, dovranno essere effettuate al datore di lavoro delle società di somministrazione/azienda che distacca i collaboratori (impresa di pulizie, autisti, addetti alla ristorazione, ecc.). Resta inteso che il collaboratore esterno deve essere allontanato e l’evento segnalato al suo datore di lavoro.
Resto a disposizione per ogni chiarimento, cordialmente monica perego

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Registro dei controlli sul Green Pass 11 Mesi 2 Settimane fa #1522

  • Stefano Evangelista
  • Avatar di Stefano Evangelista Autore della discussione
  • Offline
  • Messaggi: 9
Buongiorno Monica, alla luce delle ultime modifiche al DPCM del 17 giugno 2021, per ii lavoratori in ambito privato un registro nominativo dei controlli dei dipendenti in cui indico solo di aver eseguito il controllo, SENZA REGISTRARE L'ESITO POSITIVO, ma solo, nel caso, l'esito negativo, potrebbe essere ammesso? Magari poi spiego la scelta con una DPIA per ragioni accountability.
Grazie

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Pagina:
  • 1
  • 2
  • 3
Tempo creazione pagina: 0.252 secondi

App di incontri e rischi sulla privacy

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'Informativa Privacy