NEWS

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1

ARGOMENTO:

durata della conservazione e Ispettorato del Lavoro 4 Mesi 4 Settimane fa #1307

  • Silvia Scardino
  • Avatar di Silvia Scardino Autore della discussione
  • Offline
  • Messaggi: 2
Ringrazio per la risposta. Invero, sono perplessa comunque dell'esistenza di un provvedimento autorizzativo sul fronte giuslavoristico, limitato a 7 giorni, sebbene gli adempimenti correlati al GDPR, e nello specifico, la valutazione di impatto, siano stati svolti con esito positivo. Non vorrei che in qualche modo potesse essere considerata una violazione dell'art. 4 dello Statuto dei lavoratori l'aver conservato le immagini oltre la settimana.
Cordiali saluti.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

durata della conservazione e Ispettorato del Lavoro 4 Mesi 4 Settimane fa #1306

  • Nicola Maria Viscanti
  • Avatar di Nicola Maria Viscanti
  • Offline
  • Messaggi: 67
Salve,
partiamo da una premessa fondamentale, ovvero che il trattamento che la sua cliente intende realizzare deve essere preceduto da una valutazione di impatto per il sol fatto che esso ha ad oggetto lavoratori dipendenti. Questo in ragione del chiarimento interpretativo reso dal Garante Italiano circa i trattamenti da sottoporre a DPIA e pubblicato nella gazzetta Ufficiale 268/18 ove al punto 5 troviamo i “Trattamenti effettuati nell’ambito del rapporto di lavoro mediante sistemi tecnologici (anche con riguardo ai sistemi di videosorveglianza e di geolocalizzazione”(doc. web 9058979)
Peraltro una conservazione così lunga delle immagini, che con la vecchia disciplina doveva essere sottoposta ad una verifica preliminare (art. 17 CDP), dovrebbe, comunque, essere oggetto di una valutazione di impatto anche ove i dati trattati non riguardassero i lavoratori stante i rischi connessi a periodi così lunghi di conservazione delle immagini.
Venendo al suo quesito mi sento di condividere l’operato dell’ispettorato nel rimandare la questione alla normativa su l trattamento dei dati.
Il compito dell’ispettorato è quello di accertare che l’impianto di videosorveglianza, per come realizzato, rispetti quel bilanciamento tra gli interessi dell’imprenditore a garantire la tutela de patrimoni aziendale e quelli dei lavoratori a mantenere la propria dignità e a non subire indebite costrizioni.
La questione dei tempi di conservazione coinvolge problemi diversi da quest’operazione di bilanciamento e che attengono in particolare alle misure di sicurezza da adottate al fine di gestire al meglio eventuali incidenti di violazione (data breach).
Su questo tema l’ispettorato non ha le competenze tecniche necessarie a poter prendere una posizione.
Per tale ragione, ove gli esiti della valutazione di impatto dovessero essere negativi, la sua cliente non potrà che ricorrere alla consultazione preventiva dell’autorità Garante come previsto dall’art. 35 GDPR.
Saluti.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

durata della conservazione e Ispettorato del Lavoro 4 Mesi 4 Settimane fa #1305

  • Nicola Maria Viscanti
  • Avatar di Nicola Maria Viscanti
  • Offline
  • Messaggi: 67
Salve,
partiamo da una premessa fondamentale, ovvero che il trattamento che la sua cliente intende realizzare deve essere preceduto da una valutazione di impatto per il sol fatto che esso ha ad oggetto lavoratori dipendenti. Questo in ragione del chiarimento interpretativo reso dal Garante Italiano circa i trattamenti da sottoporre a DPIA e pubblicato nella gazzetta Ufficiale 268/18 ove al punto 5 troviamo i “Trattamenti effettuati nell’ambito del rapporto di lavoro mediante sistemi tecnologici (anche con riguardo ai sistemi di videosorveglianza e di geolocalizzazione”(doc. web 9058979)
Peraltro una conservazione così lunga delle immagini, che con la vecchia disciplina doveva essere sottoposta ad una verifica preliminare (art. 17 CDP), dovrebbe, comunque, essere oggetto di una valutazione di impatto anche ove i dati trattati non riguardassero i lavoratori stante i rischi connessi a periodi così lunghi di conservazione delle immagini.
Venendo al suo quesito mi sento di condividere l’operato dell’ispettorato nel rimandare la questione alla normativa su l trattamento dei dati.
Il compito dell’ispettorato è quello di accertare che l’impianto di videosorveglianza, per come realizzato, rispetti quel bilanciamento tra gli interessi dell’imprenditore a garantire la tutela de patrimoni aziendale e quelli dei lavoratori a mantenere la propria dignità e a non subire indebite costrizioni.
La questione dei tempi di conservazione coinvolge problemi diversi da quest’operazione di bilanciamento e che attengono in particolare alle misure di sicurezza da adottate al fine di gestire al meglio eventuali incidenti di violazione (data breach).
Su questo tema l’ispettorato non ha le competenze tecniche necessarie a poter prendere una posizione.
Per tale ragione, ove gli esiti della valutazione di impatto dovessero essere negativi, la sua cliente non potrà che ricorrere alla consultazione preventiva dell’autorità Garante come previsto dall’art. 35 GDPR.
Saluti.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

durata della conservazione e Ispettorato del Lavoro 5 Mesi 17 Ore fa #1303

  • Silvia Scardino
  • Avatar di Silvia Scardino Autore della discussione
  • Offline
  • Messaggi: 2
Buongiorno a tutti,
una società qualche tempo fa mi ha chiesto di poter estendere fino a 90 giorni la durata della conservazione delle immagini per effettive e comprovate esigenze di tutela del patrimonio aziendale. Procedo pertanto a predisporre, per conto del cliente, istanza all'Ispettorato, che mi contatta al telefono, dichiarando di poter estendere i termini fino a massimo 7 giorni. Per eventuali ulteriori allungamenti dei termini, l'Ispettorato del lavoro nulla può fare e la competenza è correlata alla normativa sulla privacy. Onestamente, trovo la cosa non corretta poiché i piani sono distinti: da un lato la normativa giuslavoristica; dall'altro il rispetto della normativa in materia di trattamento dei dati. Qualcuno sa darmi qualche indicazione? Grazie.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Pagina:
  • 1
Tempo creazione pagina: 0.283 secondi

Il presidente di Federprivacy a Report Rai 3

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'Informativa Privacy