NEWS

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1

ARGOMENTO:

Sicurezza Cloud 5 Mesi 1 Settimana fa #1324

L'availability di un sistema (espressa in % e intesa come uptime(in seconds) during a mount / Total Time (in seconds) during a mount) è ovviamente solo uno dei principi della CIA, e non è detto sia quello scelto da una organizzazione come il più importante. Sicuramente, esistono molti settori in cui lo è (es MOM / MES), e in questo caso è necessario scegliere un Cloud Provider che offre un ottimo livello di performance (es 99,95%).
Mi risulta che solo Amazon AWS, opportunamente configurato, permette di raggiungere un tale livello. L'altro candidato è Azure di Microsoft, a patto, come dicevo, di comprare i servizi necessari.
Come giustamente dicevi, ogni azienda (e anche chi utilizza il Cloud per fornire a sua volta servizi) deve dotarsi di un opportuno Disaster Recovery Plan.
Per AWS un link utile da cui partire: docs.aws.amazon.com/wellarchitected/late...ter-recovery-dr.html

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Ultima Modifica: da Nadia Giusti.

Sicurezza Cloud 5 Mesi 4 Settimane fa #1308

  • Marco Del Rocca
  • Avatar di Marco Del Rocca Autore della discussione
  • Offline
  • Messaggi: 16
La gestione del Disaster Recovery dei Big dell'IT è garantita da una serie di misure per prevenire e proteggere danni ai dati che avete salvato nei loro Cloud. Dal Disaster recovery planning, al Chaos Engineering (sistemi che automatizzano le simulazioni di fallimenti informatici aiutando a correggerli e prevenirli). Inoltre, visto le tante strutture in loro possesso possono garantire l'incolumità dei dati e la continuità dei loro servizi anche in caso di un evento disastroso che coinvolga anche più strutture.
Ma se scaviamo più a fondo, si può trovare un possibile problema che, forse, dovrebbe metterci in allerta.
Ad esempio Google non specifica se questi sistemi di protezione sono attivi anche per gli account gratuiti o solo per i servizi a pagamento.
Che dire di Apple? Nel contratto di iCloud si legge: “Siete responsabili del backup, sul Vostro computer o altro dispositivo, di qualsiasi documento importante, immagine o altro Contenuto che archiviate sul Servizio o a cui accedete tramite il Servizio. Apple farà uso delle proprie ragionevoli capacità e della dovuta attenzione nel fornire il Servizio, ma Apple non garantisce che i Contenuti che archiviate o a cui accedete attraverso il Servizio non subiranno danni, alterazioni o perdite accidentali.”.
Anche Microsoft non è da meno, infatti nel Contratto di Servizi Microsoft alla sezione “Contenuto dell’Utente” si legge: "Microsoft consiglia vivamente all’Utente di effettuare copie di backup periodiche del proprio Contenuto. Microsoft non può essere ritenuta responsabile del Contenuto dell’Utente o del materiale caricato, archiviato o condiviso da terzi mediante i Servizi Microsoft."

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Ultima Modifica: da Marco Del Rocca.

Sicurezza Cloud 6 Mesi 2 Settimane fa #1279

  • Marco Del Rocca
  • Avatar di Marco Del Rocca Autore della discussione
  • Offline
  • Messaggi: 16
L'articolo Francia: incendio si abbatte su uno dei più grandi datacenter d’Europa, siti web in tilt e spettro data breach ha messo bene in evidenza la fragilità dei Server usati per conservare dati relativi a siti Web e Cloud, e l'importanza che le aziende mettano a punto un efficace “Disaster Recovery Plan”. Ma non dimentichiamoci che tutti noi ci appoggiamo a dei server per gestire i nostro account Google, Apple o Microsoft o quando usiamo dei cloud: Onedrive, Google Drive, Dropbox (solo per citare quelli più usati). Ma come le aziende proprietari di questi Cloud proteggono i loro server? Come possiamo accertarci che le immagini, i video e altri files che conserviamo in questi Cloud siano al sicuro? Se anche voi vi siete posti queste domande fatemelo sapere.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Pagina:
  • 1
Tempo creazione pagina: 0.561 secondi

App di incontri e rischi sulla privacy

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'Informativa Privacy