NEWS

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1

ARGOMENTO:

Controlli e durata del Green Pass (v. faq n. 12 del governo) 1 Mese 1 Settimana fa #1546

  • Matteo Maria Perlini
  • Avatar di Matteo Maria Perlini
  • Offline
  • Messaggi: 3
Buongiorno, a mio avviso, avendo l’azienda scelto la modalità del controllo a campione durante l’attività lavorativa, occorre attenersi all’esito di tale controllo con tutte le conseguenze. Del resto, seguendo l'orientamento prevalente, non è possibile registrare nome e cognome dell'interessato e, quindi, non è possibile sapere se il lavoratore fosse in possesso di green pass valido al momento in cui ha effettuato il primo accesso.
Segnalo, comunque, la soluzione proposta dall'Ing. Monica Perego e le sue osservazioni nella risposta n. #1526.
Matteo Maria Perlini

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Controlli e durata del Green Pass (v. faq n. 12 del governo) 1 Mese 1 Settimana fa #1542

  • Stefano Evangelista
  • Avatar di Stefano Evangelista Autore della discussione
  • Offline
  • Messaggi: 5
Buongiorno, in azienda ci è sorto un dubbio con l'interpretazione congiunta dell’articolo 3 del DL 127 del 21/09/2021 ( ora 9 Setpties del DL 52/2021) e delle FAQ della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 12/10/2021, in particolare la FAQ n.12 che prevede che il green pass deve essere valido nel momento in cui il lavoratore effettua il primo accesso quotidiano alla sede di servizio e può scadere durante l’orario di lavoro, senza la necessità di allontanamento del suo possessore.

Il comma 5 dell’art.3 del DL 127 del 21/09/2021 prevede che “I datori di lavoro di cui al comma 1, definiscono, entro il 15 ottobre 2021, le modalità operative per l'organizzazione delle verifiche di cui al comma 4, anche a campione, prevedendo prioritariamente, ove possibile, che tali controlli siano effettuati al momento dell'accesso ai luoghi di lavoro (omissis).

Tali controlli devono essere conformi al DPCM del 17/6/2021 che vieta la raccolta dei dati personali.

Tutto ciò premesso,

posto che la norma ci consente di alternare controlli al 100% con verifiche a campione, anche in virtù delle specificità aziendali quali dimensioni, pluralità di siti e varchi;

posto che il DPCM del 17/6/2021 vieta la raccolta dei dati e che, anche se letto a seguito delle modifiche apportate dal DPCM del 12/10/2021, non è consentito al Datore di Lavoro di conoscere quali lavoratori hanno superato i controlli all’ingresso (primo accesso),

ciò porterebbe alla conclusione che, in caso di controllo negativo effettuato durante la giornata, non sarà possibile avere l’evidenza che il lavoratore di fatto fosse in possesso di green pass al momento in cui ha effettuato il primo accesso.

La conseguenza di questo cortocircuito tra norma e FAQ sarebbe quella di rendere del tutto inutili e quindi inefficaci i controlli a campione.

Cosa ne pensate?

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Pagina:
  • 1
Tempo creazione pagina: 0.175 secondi

Webinar 'Privacy e gestione del personale'

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'Informativa Privacy