NEWS

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1
  • 2

ARGOMENTO: Nuovi cartelli secondo linee guida del Comitato Europeo Protezione Dati EDPB

Nuovi cartelli secondo linee guida del Comitato Europeo Protezione Dati EDPB 1 Mese 3 Giorni fa #972

  • Nicola Maria Viscanti
  • Avatar di Nicola Maria Viscanti
  • Offline
  • Messaggi: 57
Salve, come giustamente da Lei osservato quella dell’EDPB è una mera proposta. L’organismo, difatti, non ha alcun potere normativo ma è deputato ad agevolare un'applicazione coerente del GDPR, promuovendo la cooperazione tra le autorità di protezione dei dati dei singoli Stai membri.
Ciò significa che Lei potrebbe discostarsi dal modello proposto senza che questo possa, automaticamente, implicare una violazione della normativa. Tuttavia, ove decidesse di procedere in tal senso, dovrà motivare in maniera adeguata e ben approfondita le ragioni del discostamento tenendo bene a mente che, L’EDPB, seppur privo del potere legislativo, è organo investito della massima autorevolezza in ambito di trattamento dei dati.
La invito, pertanto, ad approfondire le Sue considerazioni in ordine al modello proposto dall’EDPB (es la poca visibilità e quant’altro possa ritenere non sufficientemente chiaro in termini di comunicazione agli interessati) ed elaborare un Suo modello che tenga conto dei risultati cui è pervenuto in modo che possa essere tutto documentato dando così concreta attuazione al principio di accountability.
Diversamente Le consiglio di attenersi alle indicazioni dell’EDPB.
Per quanto attiene alle informazioni da fornire, dovrà indicare i riferimenti (inclusi i dati di contatto) del Titolare, responsabile e eventuale DPO, indicare le finalità del trattamento, la base giuridica del trattamento, l’eventuale trasferimenti a terzi soggetti, il periodo di conservazione delle immagini, l’eventuale registrazione delle stesse, l’esistenza di diritti in capo agli interessati e le modalità per accedere all’informativa completa.
Saluti

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Nuovi cartelli secondo linee guida del Comitato Europeo Protezione Dati EDPB 1 Mese 3 Giorni fa #969

Buon giorno, il modello proposto dallo EPDB è in inglese, con colori spenti e poco visibili in condizione di scarsa illuminazione.
Una traduzione in italiano che sia comprensibile agli interessati, corretta giuridicamente e sintetica non è semplice.
Qualcuno ha una indicazione (link) su una versione "localizzata" e ottimizzata?
Grazie

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Nuovi cartelli secondo linee guida del Comitato Europeo Protezione Dati EDPB 4 Mesi 2 Settimane fa #795

in allegato il link alla modulistica per una migliore comprensione :

www.ispettorato.gov.it/it-it/strumenti-e...ome-Modulistica.aspx

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Nuovi cartelli secondo linee guida del Comitato Europeo Protezione Dati EDPB 4 Mesi 2 Settimane fa #794

  • Lorenzo Baldanello
  • Avatar di Lorenzo Baldanello
  • Offline
  • Messaggi: 8
Buongiorno. In realtà non possono esistere dei cartelli standard proprio in base allo spirito del GDPR. Il provvedimento citato (utile ma non vincolante) è importante ma di fatto ribadisce quanto già aveva detto il Garante nei suoi provvedimenti precedenti in materia che rimangono ancora la linea guida più pertinente da seguire. Comunque un cartello non può mai essere generico nelle finalità che devono essere conformi all'eventuale autorizzazione dell'ispettorato del lavoro. Infatti non tutti gli ispettorati usano gli stessi termini e autorizzano le medesime finalità. E' importante poi che il cartello indichi se vi sia o meno registrazione e, soprattutto, che sia ben visibile prima di entrare nel campo di inquadratura. In ogni caso sarebbe bene redigere poi un documento interno che indichi il perché si sia scelto di installare un sistema di videosorveglianza (per l'accountability) e nominare i vari addetti alla visualizzazione delle immagini non che prevedere un referente per i lavoratori spesso indicato dagli ispettorati nei provvedimenti autorizzativi. Va valutata poi la necessità o meno di DPIA.
Buona giornata

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Nuovi cartelli secondo linee guida del Comitato Europeo Protezione Dati EDPB 4 Mesi 3 Settimane fa #786

Il cartello rappresenta il modello semplificato dell' informativa
Il QR code o i link al sito web hanno lo scopo di rimandare all' informativa completa !
l' avere un sistema di videosorveglianza non significa dover di default nominare un DPO !!!
Il trattamento dei dati, se in presenza di dipendenti, secondo lo statuto dei lavoratori ( art. 4 Legge 300/1970 ) deve essere autorizzato previo accordo sindacale oppure dall' Ispettorato Nazionale del Lavoro e di conseguenza il cartello deve contenere le seguenti finalità :
sicurezza nei luoghi di lavoro, tutela del patrimonio aziendale, esigenze organizzative e produttive
non è sufficiente la sola dicitura " per motivi di sicurezza "
In mancanza di tali requisiti ( oltre al resto da indicare ) i " vecchi cartelli " sono sanzionabili !!

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Nuovi cartelli secondo linee guida del Comitato Europeo Protezione Dati EDPB 4 Mesi 3 Settimane fa #785

  • Elena Ferrante
  • Avatar di Elena Ferrante Autore della discussione
  • Offline
  • Messaggi: 3
Pertanto se utilizziamo il cartello attualmente in commercio dove viene riportato il GDPR va bene (vedi allegato)? Molti aziende di piccole dimensioni (bar, parrucchieri ecc) che hanno il sistema di videosorveglianza non hanno un DPO ne tantomeno il QRCode con i diritti dell'interessato

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Pagina:
  • 1
  • 2
Tempo creazione pagina: 0.359 secondi

Federprivacy: ecco bollino qualità per siti che rispettano privacy utenti

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
captcha 
Privacy e Termini di Utilizzo