NEWS

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1

ARGOMENTO:

videorveglianza scuole private 11 Mesi 3 giorni fa #645

  • Vittorio Lombardi
  • Avatar di Vittorio Lombardi
  • Offline
  • Messaggi: 37
Le telecamere di cui si propone l´installazione e l´operatività continua ritrarrebbero un contesto particolare, che condiziona significativamente il bilanciamento da delineare.
La videosorveglianza realizzerebbe un controllo a distanza (neppure preterintenzionale!) sia dei bambini che dell'attività lavorativa dei professori/maestri , mirando proprio ad evitare o documentare eventuali abusi da parte del personale operante nelle varie strutture (dai nidi alle scuole, dai luoghi di cura agli istituti per minori in condizioni di disagio).
Per quanto, quindi, si possa articolare la componente tecnologica, in ogni caso si tratta di videosorveglianza sul lavoro (ed, in particolare, dei lavoratori).
Nel nostro ordinamento, la videosorveglianza suscettibile di riprendere l´attività lavorativa è disciplinata dall´art. 4, c.1, dello Statuto dei lavoratori, nell´ambito dei controlli "a distanza dell´attività dei lavoratori".
I fini attribuiti dalla norma a tali forme di controllo a distanza sono -nella nuova formulazione a seguito del c.d. Jobs Act -"esigenze organizzative e produttive, (…) la sicurezza del lavoro e (…) la tutela del patrimonio aziendale".
Nel rispetto dei principi di minimizzazione e proporzionalità, si dovrebbe quindi tracciare il confine tra l´autodeterminazione sul lavoro, spontaneità e immediatezza nella relazione educativa e protezione di soggetti particolarmente vulnerabili, evitando eccessi e ridondanze.
Ciò premesso, l’unica ipotesi di videosorveglianza scolastica espressamente ritenuta lecita dal Garante senza necessità di ulteriori verifiche riguarda la finalità di tutela dell’edificio scolastico e dei beni scolastici da atti vandalici, purché le riprese riguardino le sole aree interessate e vengano attivate negli orari di chiusura degli istituti; per detta finalità, viene pertanto esclusa la possibilità di attivare le riprese “in coincidenza con lo svolgimento di eventuali attività extrascolastiche che si svolgono all’interno della scuola”, e, ciò che ovvio, in coincidenza con gli orari standard delle lezioni.
Pertanto, tale strumento particolarmente invasivo, è da utilizzare con l’ausilio di una serie di accorgimenti tali da limitare il più possibile l’intrusione nella vita privata degli interessati.

Saluti.

Fonti: Audizione del Presidente del Garante, Antonello Soro, in tema di videosorveglianza presso asili, scuole d'infanzia, strutture socio-assistenziali - Garanteprivacy.it

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

videorveglianza scuole private 11 Mesi 2 Settimane fa #635

  • Francesca Zattin
  • Avatar di Francesca Zattin Autore della discussione
  • Offline
  • Messaggi: 1
Buongiorno, in merito alla tematica videosorveglianza nelle scuole come è possibile gestire il problema di installare telecamere nelle aule di un istituto scolastico privato?
Gli alunni in questione vanno dai 14 ai 19 anni, il direttore le vorrebbe installare per prevenire e gestire vari fenomeni di bullismo e dunque le riprese avverrebbero anche nel corso delle lezioni.
Grazie.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Pagina:
  • 1
Tempo creazione pagina: 0.576 secondi

Rai Parlamento, Nicola Bernardi parla del GDPR

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'informativa privacy