NEWS

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1

ARGOMENTO:

Ci si può difendere da APP "spione" anche se non siamo esperti di informatica? 1 Mese 2 Settimane fa #1148

Concordo con il tuo pensiero ma non tutto deve essere lasciato nelle mani del Garante che non ha i mezzi per perseguire tutti. E' necessario, a mio avviso, far crescere la sensibilità delle persone ed utilizzare lo strumento della "segnalazione al Garante" per i casi più eclatanti. Se tutti effettuassimo segnalazioni su una determinata APP il Garante si muoverebbe di conseguenza.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Ci si può difendere da APP "spione" anche se non siamo esperti di informatica? 1 Mese 3 Settimane fa #1147

  • Marco Del Rocca
  • Avatar di Marco Del Rocca Autore della discussione
  • Offline
  • Messaggi: 9
Concordo con quanto detto da Sabrina Bambagioni.
Ho trovato interessante il Vademecum del Garante Privacy indicato da Enzo Castronuovo, in particolare l'importanza di verificare le autorizzazioni concesse alle APP (è possibile farlo andando nelle impostazioni dello Smartphone riguardanti la sicurezza e la privacy e da lì a "gestione Autorizzazioni") e l'importanza di installare un programma Antivirus.
Ci tengo comunque a dire che è importante accertarsi che l'Antivirus sia sicuro, infatti perfino su Google Play Store sono state trovate APP Antivirus gratuite in cui sono stati riscontrati violazioni del Gdpr, o addirittura veri e propri malware camuffati da Antivirus.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Ci si può difendere da APP "spione" anche se non siamo esperti di informatica? 1 Mese 3 Settimane fa #1146

  • Sabrina Bambagioni
  • Avatar di Sabrina Bambagioni
  • Offline
  • Messaggi: 24
Il problema è che spesso le società che mettono a disposizione le app non informano gli interessati in maniera concisa e trasparente come invece prescriverebbe il Gdpr. Come spiega bene uno degli ultimi articoli pubblicati sul sito di Federprivacy a firma di Gianluca Lombardi, l’interessato dovrebbe essere in grado di accedere facilmente all’informativa privacy ex art. 13 Gdpr prima dell’installazione della stessa app. Ma quali app in realtà rispettano questi requisiti del Gdpr? mi domando se i garanti abbiano o meno o no intenzione di chiarire in che termini deve essere rispettato il principio di trasparenza, perché altrimenti il Gdpr non sarà servito praticamente a niente.

Se non si interviene con multe severe, gli utenti continueranno ad essere vittima degli abusi sulla loro privacy attirati da app "gratuite" per cui non si paga niente, ma in realtà il prodotto siamo noi.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Ci si può difendere da APP "spione" anche se non siamo esperti di informatica? 1 Mese 3 Settimane fa #1145

Personalmente, credo che per chi come me non è un esperto di privacy e security può costituire una valida guida il vademecum "Approva di Privacy" del Garante per la protezione dei dati personali, pubblicato sul sito dell'Autorità.

Ad esempio, ho trovato interessanti i consigli riguardanti il fenomeno del deep fake, sulla necessità di fare attenzione alle app che, che grazie all’impiego dell’intelligenza artificiale, consentono di modificare foto e video (ad esempio, per invecchiare i volti), inserire la propria faccia sui corpi altrui (ad esempio, di personaggi famosi) oppure trasformare il genere sessuale (da uomo a donna e viceversa).

Per chi fosse interessato, può vedere sul sito del Garante Privacy il vademecum integrale .

Enzo

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Ci si può difendere da APP "spione" anche se non siamo esperti di informatica? 1 Mese 3 Settimane fa #1144

  • Marco Del Rocca
  • Avatar di Marco Del Rocca Autore della discussione
  • Offline
  • Messaggi: 9
Scorrendo gli articoli che si trovano andando nella Sezione " ARGOMENTI IN EVIDENZA" > "APP " ho letto delle tante scorrettezze alla nostra privacy da parte di applicazioni che possiamo scaricare sul nostro Smartphone. I sistemi che alcuni realizzatori di APP usano per violare la nostra privacy e rivendere a terzi i nostri dati possono essere davvero subdoli e difficili da trovare per chi non conosce bene l'argomento. quindi c'è da chiedersi: Ma come si può difendere da queste applicazioni chi non è un esperto informatico o un professionista della privacy e della protezione dei dati?
Che ne pensate? È una questione che dà da pensare anche a voi?

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Ultima Modifica: da Marco Del Rocca.
  • Pagina:
  • 1
Tempo creazione pagina: 0.306 secondi

Nicola Bernardi, presidente di Federprivacy, intervistati a Kudos su Rai 4

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
Ho letto l'Informativa Privacy