NEWS

I guai sulla privacy di Twitter fanno crollare il titolo a Wall Street

Giornata nera ieri a Wall Street per Twitter, che ha perso più del 19% a causa dei conti del terzo trimestre, molto inferiori alle stime del mercato. A pesare sul crollo del social network dei cinguettii, sono la privacy e i risultati deludenti.

Come riporta il Corriere della Sera, nonostante i 6 milioni di nuovi utenti attivi giornalieri che l’azienda ha aggiunto negli ultimi tre mesi, a pesare molto sulla performance del titolo in borsa è stata la rivelazione relativa ai bug sulla privacy che Twitter ha scoperto e che hanno avuto ripercussioni negative sulla sua capacità di "indirizzare gli annunci e condividere i dati pubblicitari con i partner", e secondo le stime degli analisti questo avrà un impatto negativo sulle vendite pubblicitarie nel breve termine. Stando a quanto reso noto dal social network, i bug hanno ridotto di 3 o più punti percentuali il giro d’affari nel terzo trimestre.

Note sull'autore

Federprivacy Federprivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: urp@federprivacy.it 

Prev Riconoscimento facciale: l’Italia è ultima in Ue per protezione della privacy
Next Adobe: 7,5 milioni di utenti a rischio phishing per un database non protetto pubblicato online

7° Privacy Day Forum: intervista a Secondo Sabbioni, DPO del Parlamento UE

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
captcha 
Privacy e Termini di Utilizzo