Società del fintech colpita da ransomware, bloccati tutti i servizi per le banche clienti

Finastra, una società multinazionale che fornisce soluzioni tecnologiche a banche di tutto il mondo ha dichiarato di aver dovuto fermare tutti i propri principali servizi a seguito di una violazione della sicurezza. A renderlo noto è stata la stessa società, che inizialmente non aveva menzionato la causa dell'interruzione, ammettendo poi di aver subìto un attacco ransomware:

"Crediamo decisamente che l'incidente sia stato il risultato di un attacco ransomware, e al momento non abbiamo alcuna prova che i dati dei clienti o dei dipendenti siano stati accessibili o esfiltrati, né crediamo che le reti dei nostri clienti siano state colpite", ha affermato la società.

Finastra, con sede a Londra e uffici in 42 nazioni con un fatturato di oltre 2 miliardi di dollari e 10.000 dipendenti, ha trai propri clienti quasi tutte le 50 principali banche a livello globale.

Fonte: ZDNet

Note sull'autore

Federprivacy Federprivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: urp@federprivacy.org 

Prev Gli hacker approfittano del Coronavirus: negli Usa attaccato il ministero della Sanità e in Repubblica Ceca colpito ospedale
Next EDPB: Dichiarazione sul trattamento dei dati personali nel contesto dell’epidemia di Covid-19

Caso Cambridge Analytica, intervista all'Avv. Fulvio Sarzana

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
captcha 
Privacy e Termini di Utilizzo